Lazio-Napoli 0-1 | Telecronache di De Angelis e Auriemma, radiocronaca di Repice, interviste e statistiche – Video

La sfida dell’Olimpico commentata in diretta

di antonio

Il Napoli vince nell’Olimpico biancoceleste e si lancia al terzo posto solitario della classifica. Basta un gol di Higuain nel primo tempo (con la complicità di un incerto Berisha) a piegare la resistenza della formazione di Pioli, scesa in campo senza 3 importanti giocatori come Mauri, de Vrij e Felipe Anderson. La Lazio ha reagito creando pericoli soprattutto nel primo tempo, ma nella ripresa la manovra biancoceleste è diventata farraginosa sbattendo davanti al muro di maglie napoletane. I biancocelesti hanno reclamato per un doppio fallo di mano in area partenopea, Rizzoli ha lasciato giocare propendendo per l’involontarietà.

CLICCA QUI PER LA TELECRONACA DI GUIDO DE ANGELIS

CLICCA QUI PER LA TELECRONACA DI RAFFAELE AURIEMMA

Numeri e curiosità – La Lazio ha raccolto un solo punto nelle ultime cinque sfide di campionato contro il Napoli. Le precedenti otto sfide all’Olimpico hanno visto tre vittorie per parte e due pareggi. Prima di questo score i biancocelesti avevano messo insieme sei vittorie di fila in casa contro il Napoli. La Lazio ha vinto cinque delle ultime sette gare di campionato in casa (oltre alla gara contro il Napoli c’è anche una sconfitta contro la Juventus 0-3). Gli azzurri sono stati sconfitti solo una volta nelle ultime otto gare lontano da Napoli (4V, 3N). Gonzalo Higuaín ha segnato sei gol contro la Lazio, sua vittima preferita nel massimo campionato.

Lazio – Napoli 0-1 | La fotogallery


Lazio - Napoli 0-1 | La fotogallery
Lazio - Napoli 0-1 | La fotogallery
Lazio - Napoli 0-1 | La fotogallery
Lazio - Napoli 0-1 | La fotogallery
Lazio - Napoli 0-1 | La fotogallery
Lazio - Napoli 0-1 | La fotogallery
Lazio - Napoli 0-1 | La fotogallery
Lazio - Napoli 0-1 | La fotogallery
Lazio - Napoli 0-1 | La fotogallery

Le parole di Pioli a fine partita:

“Abbiamo dato molto: abbiamo giocato in pratica soltanto noi. Il Napoli è stato bravo: ha sfruttato l’unica occasione a proprio favore del primo tempo. Poi la partita si è messa sul binario adatto a loro: ovvero giocare coperti dietro e pronti a ripartire. Noi abbiamo prodotto molto, sfiorando più volte il gol nella prima frazione. Anche nella ripresa siamo stati bravi, mancando però un po’ nella lucidità e nella precisione. Credo che sia mancato ai miei soltanto il guizzo giusto. Dopo una prestazione del genere posso solo dire che la sconfitta è immeritata. È mancato un rigore per la Lazio? Io non voglio giudicare, non sto a dire che fosse rigore o meno. Ma dispiace. C’è sempre il dubbio che a forza di lamentarsi poi dopo qualcosa in più si ottiene ed è una mentalità sbagliatissima, il dubbio c’è e questo non va bene”.

Le impressioni di Benitez:

“E’ un passo importante perché ci permette di superare proprio la Lazio in classifica . All’Olimpico abbiamo fatto bene, ma dobbiamo pensare partita dopo partita senza guardare la classifica. Gonzalo fa la differenza, inutile parlare di mercato adesso. Era importante dare un segnale, abbiamo fiducia in noi stessi e l’abbiamo dimostrato contro una squadra forte come la Lazio. Siamo forti in attacco e spesso ci sbilanciamo, ma oggi abbiamo fatto bene anche dietro contro i tanti moduli schierati da Pioli. Per me è questione di lavoro di squadra, per la difesa è più semplice se gli esterni tornano molto”.

Tabellino

Marcatori: 18′ Higuain

Lazio (4-3-3): Berisha, Basta, Cana, Radu, Cavanda (82′ Pereirinha), Biglia, Ledesma (46′ Klose), Parolo (81′ Cataldi), Candreva, Djordjevic, Keita. All. Pioli.

Napoli (4-2-3-1): Rafael, Maggio, Koulibaly, Albiol, Strinic, Gargano, Lopez, Callejon, De Guzman (83′ Jorginho), Mertens (61′ Hamsik), Higuain (86′ Zapata). All. Benitez.

Arbitro: Rizzoli, sez. Napoli

Ammoniti: 15′ Ledesma (L), 31′ Lopez (N), 43′ Parolo (L), 58′ Mertens (N), 78′ Gargano (N)

FBL-ITA-SERIEA-LAZIO-NAPOLI