Milan, Adriano Galliani a Milanello: incontro con Inzaghi e lo staff tecnico

La visita odierna dell'amministratore delegato rossonero.

Il Milan non riesce proprio ad uscire dal pantano che sta contraddistinguendo questo suo 2015. In due mesi, infatti, i rossoneri allenati da Filippo Inzaghi hanno dovuto dire addio alla qualificazione alla prossima Champions League e stanno rendendo complicata anche la corsa per un posto in Europa League.

Nonostante il sesto posto (che non dà nemmeno la certezza di un posto in Europa) sia lontano solo cinque punti, infatti, se il Milan dovesse continuare a tenere questo passo, l'Europa sarebbe un miraggio per la seconda stagione consecutiva.

Le due vittorie in campionato di quest'anno sono arrivate contro i due fanalini di coda della Serie A, Parma e Cesena; i rossoneri, inoltre, non riescono ad inanellare due vittorie di fila dal lontano ottobre, precisamente dai due successi di fila contro Chievo e Verona; proprio contro il Chievo, il Milan non è riuscito a confermare il buono visto nel match contro il Cesena, dando il proprio importante contributo ad una delle partite più noiose di questo campionato.

Le dichiarazioni di Filippo Inzaghi al termine della partita contro i clivensi, riguardanti il "bicchiere mezzo pieno", sono state rilasciate più per mantenere un alone di forzato ottimismo all'ambiente piuttosto che per reale convinzione.

A volte un brutto pareggio emette verdetti più impietosi di quanto possa fare una sconfitta e la società rossonera se n'è accorta.

galliani milanello

Durante la giornata di oggi, Adriano Galliani, uno dei due amministratori delegati del Milan, si è presentato a Milanello per confrontarsi con l'intero staff tecnico composto ovviamente da Filippo Inzaghi, dal vice-allenatore Mauro Tassotti, Daniele Tognaccini e Marco Cesarini, per quanto riguarda lo staff atletico, e Rodolfo Tavana, per quanto concerne quello medico.

Galliani ha predicato "massima concentrazione", chiaro segnale che il prossimo match di campionato, in casa contro il Verona, avrà un peso notevole sul destino di Filippo Inzaghi.

Un altro argomento interessante di conversazione avrà sicuramente riguardato gli infortuni. Il numero di giocatori che si sono recentemente fermati ai box per infortunio, infatti, è spaventosamente alto: 21 rossoneri infortunati negli ultimi 2 mesi.

Se la panchina di Inzaghi sta resistendo è probabilmente "grazie" anche a questo problema, al quale non si riesce a trovare soluzione da tante stagioni a questa parte.

Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail