Palermo-Juventus 0-1 | Risultato finale | Serie A | Gran gol di Morata per il +14

Palermo-Juventus, anticipo della 27a giornata di Serie A: la cronaca del match del Barbera.

17:48 – Ancora pochi minuti di pazienza e seguiremo insieme Palermo-Juventus, partita valida per la 27esima giornata della Serie A 2014-2015.

Palermo-Juventus | Formazioni Ufficiali

17:15 – Ecco anche la formazione del Palermo nella quale Iachini ha preferito inserire Maresca e non Jajalo

PALERMO (3-5-2): 70 Sorrentino; 2 Vitiello, 19 Terzi, 4 Andelkovic; 3 Rispoli, 27 Rigoni, 25 Maresca, 8 E. Barreto, 33 Daprelà; 20 Vazquez, 9 Dybala

17:01 – La Juventus ha comunicato la sua formazione ufficiale e non ci sono sorprese rispetto a quello che ci aspettavamo, eccola:

JUVENTUS (3-5-2): 1 Buffon; 15 Barzagli, 19 Bonucci, 3 Chiellini; 26 Lichtsteiner, 27 Sturaro, 8 Marchisio, 37 Pereyra, 17 De Ceglie; 10 Tevez, 14 Llorente

15:21 – Per Palermo-Juventus mancano poco meno di tre ore, ma è ormai certo che il Barbera vada verso il tutto esaurito. Tuttavia i numerosissimi tifosi che arriveranno oggi pomeriggio allo stadio del capoluogo siciliano saranno in maggioranza juventini. Al Sud, infatti, la Signora è una delle squadre più amate e per lei stanno arrivando sostenitori da tutta la Sicilia, ma anche dalla Calabria. I tifosi del Sud, a meno che non facciano un lungo viaggio verso Torino, non hanno molte occasioni per vedere la Juventus, visto che oltre a Palermo, l’unica città del Sud in Serie A è il Napoli.

Palermo-Juventus | Diretta Serie A | 14 marzo 2015

Palermo-Juventus è l’anticipo della 27a giornata di Serie A che seguiremo in diretta oggi, dalle ore 18, qui su questa pagina di Blogo con qualche anticipazione nelle ore precedenti sulle formazioni che manderanno in campo i due allenatori, Beppe Iachini e Massimiliano Allegri.

Per questa partita l’allenatore bianconero metterà in atto un mezzo turnover. Ad alcuni giocatori deve rinunciare forzatamente a causa di infortuni (Pirlo, Romulo Asamoha, Caceres) e squalifiche (Pogba), ad altri per scelta, ma di fatto, nonostante se lo potrebbe tranquillamente permettere, non sarà un turnover totale e dunque non risparmierà la fatica nemmeno al suo bomber Carlos Tevez, che al Barbera è chiamato a portare la Juve ancora più in alto. I bianconeri hanno ucciso il campionato, al di là delle scaramanzie di Allegri: +11 sulla Roma alla 26a giornata vuol dire scudetto in tasca. In settimana Buffon e compagni saranno chiamati a tornare in campo per un match ben più importante di quello di stasera, ossia il ritorno degli ottavi di finale di Champions League contro il Borussia Dortmund, ma l’allenatore bianconero in questi giorni ha fatto di tutto, almeno parlando con la stampa, per non sminuire la partita del Barbera. Bisogna vedere se è riuscito a fare lo stesso con i suoi giocatori, che in testa avranno innegabilmente la partita contro i tedeschi. Coloro che però sono chiamati in campo al posto dei titolari avranno un’ottima chance per mostrare il loro valore. È il caso di Sturaro, per esempio, che oggi dovrebbe vivere il suo esordio assoluto in bianconero, mentre Pereyra prenderà il posto di Vidal e in difesa tornerà Barzagli con gli inamovibili Chiellini e Bonucci. Accanto a Tevez in attacco dovrebbe esserci Llorente.

Il Palermo risponderà probabilmente con un modulo speculare a quello juventino, un 3-5-2, anche se non è escluso che Iachini possa fare ricorso all’albero di Natale, il 4-3-2-1. Il tecnico rosanero ritrova Lazaar dopo due settimane in cui è stato costretto a restare fuori dal campo a causa di un problema all’adduttore, tuttavia oggi partirà dalla panchina. In attacco dovrebbero esserci Vazquez e Dybala, mentre a centrocampo c’è ancora il ballottaggio tra Jajalo e Maresca.
Oggi allo stadio sarà presente anche il presidente Zamparini, che sarà accompagnato da alcuni suoi soci russi che vorrebbe coinvolgere anche nel Palermo.

I rosanero quest’anno stanno giocando benissimo in casa dove hanno ottenuto sette delle loro otto vittorie stagionali e da quando è iniziato il 2015 hanno fatto peggio solo rispetto a Lazio e Juventus. I bianconeri sono imbattuti da 17 giornate, ma nelle ultime tre trasferte si sono dovuti accontentare del pareggio.

Palermo-Juventus | 14 marzo 2015 | Precedenti

Palermo e Juventus si sfidano oggi per la 52esima volta nella loro storia in Serie A. Per ora i bianconeri hanno conquistato 30 vittorie contro i rosanero, hanno perso 10 volte e pareggiato 11. In Sicilia i precedenti sono 25, ma anche al Barbera è sempre la Juve ad aver collezionato il maggior numero di vittorie, ossia 11 contro sei sconfitte e otto pareggi e gli ultimi due match a Palermo hanno visto i bianconeri trionfare senza subire gol.

L’ultimo pareggio al Barbera tra queste due squadre risale al 15 febbraio 1969 (un gol a testa), mentre l’ultimo pareggio in assoluto è quello del 25 settembre 2004 a Torino, anche in quel caso 1-1.

Palermo-Juventus | 14 marzo 2015 | Probabili formazioni

PALERMO (3-5-2): 70 Sorrentino; 2 Vitiello, 19 Terzi, 4 Andelkovic; 3 Rispoli, 27 Rigoni, 28 Jajalo, 8 E. Barreto, 33 Daprelà; 20 Vazquez, 9 Dybala

A disposizione: 1 Ujkani, 5 Milanovic, 22 Ortiz, 7 Lazaar, 13 Emerson, 25 Maresca, 15 Bolzoni, 14 Della Rocca, 21 Quaison, 18 Chochev, 10 Joao Silva, 99 Belotti

Allenatore: Beppe Iachini

JUVENTUS (3-5-2): 1 Buffon; 15 Barzagli, 19 Bonucci, 3 Chiellini; 26 Lichtsteiner, 27 Sturaro, 8 Marchisio, 37 Pereyra, 17 De Ceglie; 10 Tevez, 14 Llorente

A disposizione: 30 Storari, 34 Rubinho, 5 Ogbonna, 20 Padoin, 33 Evra, 23 Vidal, 7 Pepe, 9 Morata, 32 Matri

Allenatore: Massimiliano Allegri

I Video di Calcioblog