Juventus, Marotta: "Alex Sandro è nostro, presto un altro colpo"

Giuseppe Marotta, direttore generale della Juventus, è raggiante: presente a Villar Perosa per la consueta sfida in famiglia (la Juventus ha battuto la Juventus B per 1-0 con gol di Pogba), si è concesso ai microfoni dei giornalisti presenti, facendo importanti rivelazioni di mercato. Parlando a ‘Sky sport’, Marotta ha anticipato di aver concluso con il Porto per Alex Sandro: il calciatore svolgerà domani le visite mediche di rito e poi sarà presentato ufficialmente ai suoi nuovi tifosi. Quanto al centrocampista tanto agognato da Allegri, invece, c’è ancora da aspettare:

“Abbiamo definito la trattativa con il Porto - spiega il dirigente dei campioni d’Italia - , per l’ufficialità aspettiamo l’esito delle visite mediche che saranno effettuate domani. Ma ufficiosamente posso parlare di affare fatto. Siamo la Juventus, dobbiamo cercare di ottenere sempre il massimo. Alex è di prospettiva: siamo sicuri di aver fatto un ottimo acquisto. Il centrocampista? Ci sono parecchi infortuni, ma anche l’anno scorso mancavano giocatori importanti. Questo non è un alibi: chi va in campo deve onorare questa maglia. Poi è chiaro che manca ancora un centrocampista. Il profilo può essere anche abbastanza duttile. Non è facile trovare un giocatore da Juventus, ma siamo ottimisti. In questi 10 giorni arriveremo a una conclusione positiva. Draxler? Per ora abbiamo chiuso il dialogo con lo Schalke. Ci sono tante altre alternative. Per la partita con la Roma dovremo arrivare a festeggiare la conclusione di una operazione.

Assente John Elkann per impegni all’estero, Marotta ha fatto gli onori di casa a Villar Perosa, assieme al presidente Andrea Agnelli:

“Questo è uno degli appuntamenti più importanti della Juventus, nella sua storia Villar Perosa ha rappresentato qualcosa di straordinario, il grande senso di continuità della dinastia Agnelli. Quindi oggi è un giorno particolare, il giorno in cui ricordiamo le figure principalmente di Giovanni e Umberto Agnelli”.

Quanto al prossimo campionato, Marotta è bene consapevole che quest’anno sarà più difficile per la Juventus ripetersi: l’obiettivo è quello di conquistare uno storico quinto scudetto consecutivo e provare ad arrivare in fondo alla Champions League, ma sia i competitors nostrani, sia quelli internazionali, si sono notevolmente rafforzati:

“Siamo abituati a raccontare di un palmares ricco. Noi dobbiamo continuare su questa scia, ci siamo riusciti avendo sfiorato anche la Champions. Proveremo a ripetere gli ottimi risultati della passata stagione. Quest’anno in Italia c’è stato un mercato di grande fermento: soprattutto le milanesi si sono rinforzate, la Roma si è consolidata, il Napoli e la Lazio - conclude - sono sempre squadre agguerrite”.

Giuseppe Marotta

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail