Il Sassuolo spaventa la Juve: "Su Berardi c'è anche il Barcellona"

gettyimages-494181074.jpg

Alla vigilia di Sassuolo-Juventus Tuttosport ha intervistato Giovanni Carnevali, amministratore delegato dei neroverdi. Il dirigente emiliano ha parlato principalmente dei suoi rapporti con la dirigenza bianconera, con la quale sussiste una collaborazione fruttuosa per entrambe le parti. Ovviamente non si poteva non parlare di Zaza, giocatore valorizzato dal Sassuolo, trasferitosi a Torino la scorsa estate.

Negli ultimi giorni di mercato si parlò anche di una clamorosa cessione dell'attaccante, ma poi in breve tempo Zaza è riuscito a ricavarsi il suo spazio nelle gerarchie di Allegri: "Non penso che si sia pentito del trasferimento, il suo obiettivo era arrivare alla Juventus. Non l'ho sentito ma lo immagino felice. Ultimamente ha giocato di più: di qui alla fine non gli mancheranno le occasioni per mettersi in mostra. Vederlo al Mapei Stadium con la maglia della Juventus ci renderebbe tutti orgogliosi, a partire dal presidente Squinzi".

L'altro tema scottante riguarda Berardi. La Juventus l'avrebbe voluto portare a Torino la scorsa estate, ma alla fine il Sassuolo ha vinto la sua battaglia anche grazie all'aiuto del giocatore, che preferiva restare un altro anno in provincia prima di fare il grande salto. Il Sassuolo ha riscattato l'intero cartellino per 10 milioni di euro, risolvendo così la comproprietà in essere da due anni. Carnevali ha confermato che la Juventus potrà contare su una sorta di prelazione il prossimo anno, ma non ha parlato di un prezzo già pattuito con i bianconeri.

Sul giocatore ci sono anche altri club prestigiosi, tra i quali il Barcellona, che potrebbe far saltare i piani della Juve: "Escludo che Berardi a gennaio possa passare alla Juventus, non fa parte della nostra politica aziendale. Già con Zaza rifiutammo il trasferimento alla Juventus questo inverno. Adesso Berardi è tutto del Sassuolo e noi non siamo una società che ha bisogno di vendere. Lo scorso giugno abbiamo investito 10 milioni per riscattare totalmente il ragazzo. Però con la Juventus c'è un discorso aperto, è avvantaggiata. Ma i bianconeri non sono gli unici a seguire Berardi. Ariedo Braida è venuto spesso a seguire le nostre partite e ci fa piacere che una società come il Barcellona osservi i nostri giocatori. A giugno non è stato difficile trattenerlo: noi lo volevamo tenere e lui voleva restare con noi".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail