Ancona: il presidente cede il club ai tifosi

L’Ancona 1095 passa in mano ad una Fondazione gestita dai tifosi. È avvenuto nella giornata di ieri con una storica cessione da parte dell’ex presidente Andrea Marinelli: il club rinato dopo il fallimento del 2010 e attualmente militante nel campionato di Lega Pro, è ora controllato dalla Fondazione Unione Anconitana, che sostanzialmente proverà a lanciare una nuova idea di calcio ‘partecipato’. Una sorta di azionariato popolare, dunque, che non avrà scopo di lucro.

Come recita un comunicato ufficiale apparso sul sito dell’Ancona, l’ex patron Marinelli ha ceduto a titolo gratuito le proprie quote alla fondazione che sarà gestita a sua volta dall’associazione di tifosi "Sosteniamolancona". Come si legge tra le righe della nota ufficiale, la nuova gestione "sarà senza scopo di lucro e sarà un contenitore che avrà in sé tutto il patrimonio della società e la sua gestione, oltre garantire le fideiussioni e tutte le operazioni necessarie per la gestione della squadra". La Fondazione, a sua volta, sarà costituita da quattro organi: un’assemblea generale, un consiglio di indirizzo e un Revisore unico.

Da questa svolta, i tifosi sperano che possa nascere un futuro radioso per il club dell’Ancona, che attualmente sta vivendo il ‘purgatorio’ della Lega Pro. In passato, tante le partecipazioni alla Serie B e due apparizioni in Serie A, nei campionati 1992/93 e 2002/03. Nel 2010 l’inferno del fallimento, che però quest’anno sembra essere un lontano ricordo: la squadra si trova attualmente al quarto posto in classifica e spera di ottenere la promozione in B al termine della stagione.

Ancona - tifosi

Via: Ancona1905.it

  • shares
  • Mail