Squadre B: c’è l’OK della Lega Pro

In primavera potrebbe esserci il primo bando per sei posti: la Lega Pro ospiterà le squadre B dei club di Serie A

La Lega Pro pronta ad ospitare le squadre B della Serie A. Una proposta che alcuni club della massima serie, Juventus e Milan in testa, fanno ormai da diversi anni, potrebbe presto diventare realtà. Il presidente della Lega Pro, Gabriele Gravina, ha infatti detto sì alla possibilità di far partecipare le seconde squadre dei club di A nel suo campionato:

“Già dal prossimo campionato vorrei partire con le seconde squadre dei club di Serie A, le opportunità ci sono – dice Gravina a Tuttosport – Dobbiamo valorizzare i giovani di qualità, basta con queste assurde regole sui limiti anagrafici che servono soltanto per ottenere i contributi”.

In primavera dovrebbe essere emanato il primo bando che aprirebbe a sei posti: le società di Serie A potranno proporre le loro candidature e in sei alla fine otterranno l’ammissione al campionato di Lega Pro.

“La nostra base di partenza prevede il format di 60 squadre – prosegue Gravina – Molti ragazzi vengono usati e poi scaricati. Il tutto senza dimenticare il grosso problema del calcioscommesse”.

Insomma, per consentire ai giovani di emergere più facilmente, la Lega Pro è pronta a collaborare con la Serie A per realizzare un modello molto simile a quello che è già in vigore in Spagna. Un modello che il presidente Andrea Agnelli (Juventus) e l’ad Adriano Galliani (Milan) hanno proposto da tempo alle istituzioni calcistiche italiane, anche se non sembrava essere stato preso assai in considerazione. Almeno fino ad oggi.