Calciomercato Juve: Neto ufficiale al Valencia

È ufficiale la cessione di Rigoberto Neto al Valencia. Dopo 2 stagioni da secondo di Buffon, il portiere brasiliano ha lasciato la Juventus con la quale è riuscito a collezionare 22 gettoni di presenza tra tutte le competizioni. Potenzialmente sarebbe potuto restare un altro anno per raccogliere l'eredità di Gigi Buffon, ma a Torino hanno già deciso di puntare su un altro portiere per il futuro: il polacco Wojciech Szczęsny. La trattativa con l'Arsenal non si è ancora conclusa positivamente ma la dirigenza bianconera ha deciso di non aspettare, ufficializzando il passaggio del brasiliano al club spagnolo.

Il Valencia ha pagato 7 milioni di euro alla Juve, ai quali si potrebbero aggiungere altri 2 milioni di bonus legati al rendimento della squadra spagnola. Neto ha invece firmato un contratto fino al 2021 e per lui il club ha fissato una clausola rescissoria da 80 milioni di euro, in modo da blindarlo per il futuro. Nella rosa del Valencia c'è ancora Diego Alves, portiere connazionale di Neto. Probabilmente Alves lascerà il club nei prossimi giorni; su di lui c'è anche la Roma.

Calciomercato Juve: offerte per Neto e Asamoah

29 giugno 2017

La Juventus sta cercando di piazzare il brasiliano Norberto Neto. La cessione del portiere ex Fiorentina è indispensabile per accelerare la trattativa con l'Arsenal per Wojciech Szczęsny, destinato ad arrivare solo in un secondo momento. Per Neto la Juventus ha parlato con alcune società italiane, soprattutto con Napoli e Milan, e dopo i colloqui si è orientata a cederlo all'estero. Dalla Spagna è arrivata un'offerta di 5 milioni più 2 di bonus dal Valencia, mentre dall'Inghilterra è giunta quella del Watford che ha messo sul piatto 8 milioni più 2 di bonus. Ovviamente la Juventus sta spingendo perché il portiere accetti la destinazione inglese, ma Neto è più attratto dall'idea di approdare in Spagna.

Il Galatasaray ha invece fatto un sondaggio con i bianconeri per parlare di Kwadwo Asamoah. La Juventus, però, ha subito stoppato i turchi perché per il momento è intenzionata a tenere il jolly ghanese, nonostante il contratto in scadenza nel giugno 2018. Con la cessione di Alex Sandro imminente, la Juventus non è disposta a rinunciare alla prima alternativa in rosa. Soprattutto perché nell'ultima stagione Asamoah non ha accusato i soliti problemi fisici che invece l'hanno abbondantemente condizionato nei primi 2 anni di Allegri a Torino.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail