Lazio, Inzaghi: "Vogliamo essere i guastafeste del campionato"

Il giorno dopo la bellissima e netta vittoria sul Sassuolo, Simone Inzaghi si è concesso un paio di interviste con le quali ha celebrato il momento magico della sua squadra. L'unico rimpianto di questo inizio di stagione è la pesante sconfitta interna subita contro il Napoli, una partita che l'allenatore rigiocherebbe volentieri: "Vorrei rigiocare quella partita, ma con gli stessi effettivi del primo tempo. Mi sarebbe piaciuto poter giocare come nel primo tempo, con i miei difensori e non con i centrocampisti in difesa. Sarri disse che al termine dei primi 45' aveva sensazioni positive sulla prestazione dei suoi giocatori. Ma anch'io la pensavo allo stesso modo sui miei. Me la vorrei rigiocare con gli stessi effettivi. Futuro? Qui alla Lazio ho avuto la fortuna di giocare, ho vinto molto, qui ho finito la mia carriera e qui alleno, questa è una grande squadra".

La Lazio, come già detto, sta vivendo un gran momento ma Inzaghi non sembra stupito più di tanto. L'ambizione del tecnico capitolino è infatti quella di restare in alto in classifica, nonostante il gap con le protagoniste annunciate di questo campionato: "Stiamo vivendo un bel momento, siamo partiti con il piede giusto, soprattutto grazie ai ragazzi che si sacrificano l'uno per l'altro. Ora sfrutteremo la sosta per recuperare energie fisiche e mentali. Dobbiamo essere i guastafeste del campionato, cercando di restare in alto. Sappiamo che sulla carta siamo meno attrezzate dei nostri competitor, anche se sappiamo che quest'anno sarà ancora più difficile perché c'è l'impegno europeo che abbiamo fortemente voluto e che onoreremo in tutti i modi. Il segreto della sua squadra? Il clima positivo tra i giocatori. La squadra si diverte giocando, non solo nelle partite ufficiali ma anche negli allenamenti, è un gruppo che sta bene insieme, va molto d'accordo".

  • shares
  • Mail