Psg, l’intervista alle due ‘Tartarughe Ninja’ di Rennes

PSG: l’intervista ai due invasori di campo di Rennes vestiti da Tartarughe Ninja

Il programma ’20 Minutes’ ha intervistato i due ragazzi che hanno invaso il terreno di gioco sabato scorso a Rennes. I due pacifici invasori vestiti da Tartarughe Ninja hanno rivelato di aver preparato nei dettagli questa bravata, addirittura piazzando delle telecamere all’interno dello stadio del Rennes per poter pianificare a dovere la loro azione. Questo il loro racconto: “Abbiamo piazzato delle telecamere nascoste allo stadio del Rennes per circa due anni e l’idea di intervenire durante una partita ci era già venuta in mente. Ma farlo come è stato fatto dozzine di volte, non ci interessava. Quando abbiamo visto che Mbappé è stato soprannominato Donatello dai giocatori del PSG, abbiamo pensato che potevamo organizzare qualcosa travestiti da Tartarughe Ninja. C’era solo una barriera per saltare e la sicurezza non era così stretta. Sapevamo che ai giocatori piaceva questa storia di Donatello. Pensavamo che, visti i ridicoli costumi che avevamo, li avrebbe sicuramente fatti ridere. Ho gridato “Donatello, Donatello!”, Daniel Alves lo ha fatto ridere facendo il segno come a tirare fuori l’arma, e dopo sono andato ad abbracciare Mbappé“.

Per il loro gesto i due ora rischiano delle conseguenze, ma sperano che la Giustizia sia mite nei loro confronti: “Conoscevamo i rischi, ma se ci sarà una multa vorremmo non fosse troppo salata. Abbiamo due buste paga piuttosto leggere“.