Mario Balotelli alla Lazio. Un’indiscrezione di mercato che potrebbe trasformarsi in una trattativa concreta qualora Cesare Prandelli dovesse diventare il nuovo allenatore dei biancocelesti, ipotesi quest’ultima a un passo dall’ufficialità.

Di Balotelli, Prandelli ha parlato a margine di un torneo giovanile al quale ha partecipato come testimonial. E’ risaputo che l’ex tecnico della Nazionale consideri Mario un suo pupillo. Emblematico quanto avvenuto a Euro 2012 e ai Mondiali ’14, entrambe occasioni, in cui l’allora c.t ha sempre riservato all’attaccante una maglia da titolare

Mario non è difficile da gestire, semplicemente perché non è né cattivo né ingestibile. Io ho sempre sostenuto e sosterrò il suo grande potenziale tecnico

Un endorsement in piena regola che potrebbe preludere all’approdo di Balotelli nella Capitale. Ci sono stati già contatti tra la dirigenza laziale e Raiola. La situazione, al momento, è in stallo. Mario tornerà formalmente al Liverpool dopo la poco soddisfacente annata di prestito al Milan che ha rinunciato alla possibile conferma. I Reds hanno già fatto sapere di non volerlo tenere e di essere pronti a vagliare qualsiasi offerta.

Più che il costo del cartellino, tuttavia, sono le richieste di ingaggio di Balotelli che devono essere smussate. Mario chiede almeno 4 milioni, uno stipendio non in linea con gli standard salariali proposti da Lotito. I margini per trattare, comunque, ci sono. La Lazio cerca un attaccante che possa sostituire Klose. Balotelli può essere il profilo giusto. Prandelli lo vuole e Mario può ritrovare un allenatore che lo stima e lo ha sempre stimato, l’ideale per rilanciarsi. Fin qui i tasselli del mosaico possono incastrarsi poi tocca a Lotito e Raiola completare l’opera.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 30-05-2016


Calciomercato Lazio | Lapadula e Pellè obiettivi per l’attacco

Incidenti Foggia-Pisa: Gattuso colpito da bottiglia, invasione di campo (Video)