Intervenuto a Sky parla Fabio Caressa del rinnovo di Maldini e Massara al Milan. Queste le parole del giornalista.

Queste le parole di Fabio Caressa ai microfoni di Sky, commenta il rinnovo di Massara e Maldini al Milan: “Mi è sembrata una cosa forzata. Secondo me non era convinto nessuno dei due a firmare sto contratto. Nella dialettica ci sono cose che ha voluto sottolineare, Paolo non è uno che dice le cose così. Ha detto “Sì abbiamo firmato, all’ultimo”, poi se uno vuole dare delle chiavi di lettura c’è un richiamo al lavoro fatto, al poco rispetto del lavoro fatto per questi giorni di attesa, secondo me c’è un rapporto non cominciato bene con la nuova proprietà perché probabilmente loro avessero contatti anche con gli altri possibili acquirenti, che essendo meno legati al gruppo Elliott forse avrebbero avuto diciamo più piacere a dare a Paolo una carica diversa immagino io.

sede Milan

Conclude così il giornalista: “Per carità, niente di drammatico. Lui non vuole essere un uomo simbolo ed è per questo che non ha mai accettato altri incarichi prima di questi ultimi anni: lui vuole essere uno che lavora. Poi, tra l’altro, avendo imparato molto in questi anni si sente pronto ad avere responsabilità maggiori. Io ho sempre detto che Paolo Maldini è uno degli uomini cardine della vittoria del Milan, per una ragione molto semplice: i giocatori quando ci parli sottolineano tutti che era sempre lì. È una cosa importante, se ti chiami Paolo Maldini. Credo che non sia stato gestito bene questo rinnovo, andava gestito con meno tensioni.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

Milan

ultimo aggiornamento: 01-07-2022


Juventus: Kean viaggia verso la conferma

Caressa: “Onana? è proprio quello che non serve all’Inter”