Marcello Lippi, allenatore del Guangzhou, squadra militante nella Chinese Super League, è pronto per giocarsi la sua ennesima finale. Il tecnico viareggino, Campione del Mondo con la nazionale azzurra nel 2006, infatti, potrebbe conquistare la sua prima Champions League asiatica con il club cinese, con il quale ha firmato nel maggio 2012 e con il quale ha già vinto due scudetti e una coppa nazionale.

Per potersi fregiare del titolo di Campione d’Asia, dopo quello di Campione d’Europa conquistato sulla panchina della Juventus nel 1994 nella finale di Roma contro l’Ajax, Lippi, però, deve superare lo scoglio del doppio confronto con il Seul, squadra sudcoreana. Il match d’andata si giocherà sabato 26 ottobre mentre la gara di ritorno decisiva si giocherà due settimane dopo, sabato 6 novembre.

Queste sono state le dichiarazioni principali di Lippi concesse in un’intervista a La Gazzetta dello Sport:

Voglio con tutte le forze la Champions d’Asia dopo quella europea. Sarebbe fantastico: in un anno e mezzo due scudetti, la coppa di Cina e la Champions. Niente sogni: tengo gli occhi bene aperti. Siamo cresciuti tecnicamente e psicologicamente e ho capito che questa può essere una stagione speciale.

Nella sua prima stagione in Cina, il cammino del Guangzhou in Champions si fermò ai quarti di finale. Quest’anno, invece, Lippi è riuscito ad arrivare in finale con un rullino di marcia inarrestabile: sei vittorie su sei partite dagli ottavi di finale in poi. Secondo i media cinesi, Lippi ha avuto il merito di colmare il gap tra il calcio cinese e il calcio giapponese e sudcoreano: c’è chi lo vorrebbe addirittura alla guida della nazionale cinese ma il tecnico 65enne ha smentito ogni tipo di trattativa a riguardo.

Ritornando alla finale di Champions con il Guangzhou, Lippi ha dichiarato che il Seul è una squadra forte, compatta e veloce e ha paragonato Dejan Damjanović, attaccante 32enne in forza ai sudcoreani e nazionale montenegrino, addirittura a Zlatan Ibrahimovic.

Riguardo a come viene vissuta la Champions League in Cina, Lippi ha affermato che la passione dei tifosi è la stessa che c’è in Europa, con la differenza, ovviamente, che la qualità delle squadre è inferiore.

L’eventuale vittoria della Champions League asiatica, inoltre, significherebbe accesso di diritto al Mondiale per Club dove Marcello Lippi potrebbe riassaporare un calcio di livello maggiore. Anche in questo caso, però, il tecnico ha preferito non divagare e restare concentrato sulla doppia finale.

Parlando della Champions League europea, infine, le favorite di Lippi sono ovviamente il Bayern Monaco, il Barcellona, il Real Madrid, il Borussia Dortmund e anche l’Arsenal.

Foto | © Getty Images

Riproduzione riservata © 2023 - CALCIOBLOG

allenatori calcio estero notizie tutto il calcio estero

ultimo aggiornamento: 23-10-2013


Tre uomini “al piede”, ecco i problemi del Napoli

Napoli, per passare il turno in Champions potrebbero non bastare dodici punti