Jerome Boateng indagato per lesioni su ex fidanzata Kasia Lenhardt

La procura di Monaco ha riaperto le indagini sul giocatore del Bayern Monaco per lesioni sulla ragazza morta suicida due settimane fa

Il difensore del Bayern di Monaco e della Nazionale tedesca Jerome Boateng, è indagato dalla procura di Monaco di Baviera per lesioni circa dell’indagine sul decesso dell’ex fidanzata la modella Kasia Lenhardt, rinvenuta morta in casa nella capitale tedesca in quello che almeno stando a quanto visto finora dovrebbe trattarsi di un suicidio. A rivelarlo il quotidiano teutonico Bild, per il quale nel corso dell’autopsia alla modella sarebbe stato trovato un orecchio strappato,che mancava del lobo.

Il procuratore capo di Monaco di Baviera Anne Leiding ha dichiarato:

“Il procedimento è stato riaperto, perché ci sono arrivate nuove informazioni nell’ambito dell’inchiesta sulla morte della ragazza a Berlino,  che potrebbero dare indicazioni su una possibile continuazione del procedimento. L’indagine è ancora in corso”.

Nei giorni scorsi si era venuto a sapere che Kasia Lenhardt aveva sottoscritto un contratto nel quale erano previste  penali salatissime se avesse fatto dichiarazioni sulla sua vita con il suo ex, come se nei rapporti tra i due ci fosse qualcosa da tenere nascosto.

Cathy Hummels, moglie del difensore Mats che con Jerome Boateng, fratello di Kevin Prince (ex Milan, ora al Monza) ha militato per molto tempo nel Bayern e nella Nazionale tedesca, aveva detto che la Lenhardt era finita per diversi giorni nel mirino degli haters in Rete.

Il calciatore e la modella non erano più fidanzati da una settimana circa al momento della morte di Kasia Lenhardt, separazione annunciata – come anche il fidanzamento tra i due, circa un anno e mezzo prima – mediante un post sul social network Instagram, con annesse accuse di tradimento. Si tratta ormai di una pratica molto diffusa negli ultimi anni tra personaggi famosi.

L’ultimo post della donna era un’accusa priva di un destinatario: “Ora è dove hai passato la linea. È abbastanza“. Ora Jerome Boateng rischia un’accusa per lesioni personali nei confronti della giovane donna, madre di un bimbo di 5 anni.