Domenica prossima, Andrea Pirlo, molto probabilmente, vincerà il suo terzo scudetto consecutivo, uno con il Milan e gli ultimi due, indossando la casacca della Juventus. Pirlo, 34 anni il prossimo 19 maggio, però, punta deciso anche verso un’altra prestigiosa tripletta: dopo aver vinto la Champions League con la maglia del Milan per ben due volte, nel 2003 e nel 2007, il centrocampista vorrebbe provare la medesima sensazione anche con la Juventus.

Pirlo, che si è ritenuto soddisfatto dell’esperienza della Juventus in questa edizione della Champions League, vorrebbe raggiungere questo obiettivo già l’anno prossimo. Queste sono state le sue principali dichiarazioni a riguardo:

L’Europa quest’anno è stato un sogno, una novità per molti, abbiamo fatto abbastanza bene e siamo soddisfatti, speriamo di vincerla già l’anno prossimo. Il Bayern Monaco? Mi sono accorto subito della sua forza quando lo abbiamo affrontato. Erano fortissimi, e sapevo che sarebbero arrivati fino in fondo. Contro il Bayern non ci è mancato nulla, ma loro si sono dimostrati la squadra più forte: hanno meritato di andare in finale, sono una grandissima squadra tecnicamente, tatticamente e fisicamente, senza dubbio.

Riguardo lo scudetto, che arriverà davanti al pubblico dello Juventus Stadium nella partita contro il Palermo, Andrea Pirlo ha dichiarato che l’obiettivo era quello di riconfermarsi in Italia:

Sarà lo scudetto della continuità, il gruppo ha fatto qualcosa di importante l’anno scorso e quest’anno si è ripetuto, non è mai facile. Non è stata una sorpresa: ci abbiamo messo grande voglia e continuità nel lavoro quotidiano, un grande sacrificio per raggiungere il nostro obiettivo.

Pirlo ha voluto elogiare pubblicamente il suo allenatore, Antonio Conte:

Mi ha dato tanto dal punto di vista tattico, mi ha sorpreso. Se un giorno farò l’allenatore mi ispirerò a lui. Adesso non ho l’età giusta né la voglia per farlo, quindi penso solo a giocare.

Riguardo ad un ipotetico ritorno di Zlatan Ibrahimovic in bianconero, Pirlo afferma di non avere problemi di nessun tipo:

Il ritorno di Ibrahimovic alla Juve? Non è un giocatore che spacca lo spogliatoio, ovunque è stato ha vinto. Non mi sembra abbia fatto grossi danni.

Il numero 21 della Juventus, infine, ha confermato l’addio alla Nazionale dopo i mondiali brasiliani:

Nel 2014 smetterò con la Nazionale, i Mondiali penso saranno l’ultimo appuntamento con la maglia azzurra, bisogna lasciare spazio ai giovani.

Foto | © Getty Images

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG


Diego Milito vuol tornare in Argentina, l’Inter va su Higuain

Risultati Europa League | Le semifinali: Chelsea – Basilea 3-1 (Salah, Torres, Moses, David Luiz) e Benfica – Fenerbahce 3-1 (Gaitan, Kuyt, Cardozo)