Il dirigente della Juventus, Maurizio Arrivabene al Corriere dello Sport parla ancora del futuro addio di Paulo Dybala.

Maurizio Arrivabene, ex dirigente Ferrari e ora amministratore delegato della Juventus e uomo di fiducia della famigli Agnelli, ritorna a parlare, con una dichiarazione al Corriere dello Sport.

Inizia così la sua dichiarazione parlando del nuovo modo di operare: “Quando abbiamo speso quella cifre per Vlahovic investendo su talento e età, era chiaro ma nessuno lo ha voluto capire che qualcuno sarebbe dovuto partire. In realtà più di qualcuno. Quando vengono riportate certe affermazioni mi faccio una risata anche se ci sarebbe poco da ridere: il tema del parametro zero, poi, è svolto da alcuni con sospetta e fuorviante sufficienza.”

Arrivabene Nedved
Arrivabene Nedved

Il dirigente della Juventus, parla con molto ardore della sua scelta: “Per dire, non vale per Donnarumma ma vale per Dybala? Parametro zero significa che il costo del giocatore è stato interamente ammortizzato. Ho letto anche che sarei stato poco chiaro? Lo sono stato fin troppo.”

Conclude così: “A furia di messaggi in codice calcistico va a finire che le cose dette chiare non le capisce più nessuno. Per me la Juventus viene prima di tutto e di tutti. So bene che non cambierò il calcio ma so altrettanto bene che il calcio non cambierà me.”

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

Juventus

ultimo aggiornamento: 24-03-2022


Agente Zaniolo: “L’interesse delle big fa piacere, ma penseremo con calma al futuro”

Napoli, agente Di Lorenzo: “Parte? Le strade del Signore sono infinite”