A Napoli, zona rossa per l’emergenza Covid, la gente è scesa in strada alla notizia della morte di Diego Armando Maradona. La città ha perso il suo re, deceduto oggi a 60 anni nella sua casa di Buenos Aires per un arresto cardiorespiratorio.

È morto Diego Armando Maradona, leggenda del Calcio

Dopo la folla vista nella zona dei quartieri spagnoli, centinaia di persone si sono riunite davanti allo stadio San Paolo, sotto la Curva B, notoriamente la zona più calda della tifoseria partenopea.

In bella mostra c’è uno striscione che recita: “O re immortale, il tuo vessillo mai smetterà di sventolare” accompagnato da un bandierone con il volto di Maradona che sugli spalti del San Paolo è di casa. Stadio San Paolo che ora sarà intitolato a Diego.

Morte di Maradona: i toccanti tweet del Napoli e delle altre squadre

Tanti i messaggi di addio arrivati da ogni dove per Maradona, tra questi quelli dei campioni del calcio. Leo Messi, fuoriclasse dell’Argentina e del Barcellona, spesso paragonato al Pibe, lo saluta così: “Una giornata molto triste per tutti gli argentini e per il calcio. Ci lascia ma non se ne va, perché Diego è eterno”.

[ghgallery id=157463 title=”Addio a Diego Armando Maradona” layout=”_gallery_slider”]

Riproduzione riservata © 2023 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 25-11-2020


Napoli, l’assessore Borriello: “Lo stadio San Paolo sarà intitolato a Maradona”

Di cosa è morto Maradona? Ecco l’esito dell’autopsia preliminare