Il tecnico della Lazio Maurizio Sarri si scaglia contro la decisione di giocare il Mondiale nel bel mezzo del campionato.

Maurizio Sarri ha parlato a Sky Sport del primo colpo di mercato della sua squadra ma non si è sbilanciato sull’argomento portiere. “Marcos Antonio è un ragazzo giovane. C’era la possibilità di poterlo prendere, purtroppo per conseguenze molto spiacevoli (guerra in Ucraina, ndr). Avevamo un giocatore in quel ruolo di 35 anni in scadenza (Lucas Leiva, ndr) e quindi siamo andati a questo tipo di soluzione. Gli servirà qualche mese per adattarsi al calcio italiano e noi lo aspettiamo. Comunque ha già due anni di esperienza in Champions: penso ci possa far comodo”.

Claudio Lotito

Carnesecchi? Ci penserà il direttore sportivo e la società. Vediamo quello che sceglieranno alla fine. Quello che dovevo dire l’ho già detto. Nel calcio moderno partire con la squadra al completo è impossibile. Un anno c’è la Nations League, un anno ci sono gli Europei, un altro i Mondiali e solitamente si fa il ritiro con dieci giocatori e dieci ragazzi della Primavera. Gli altri arrivano in corsa. Sarebbe bello poter iniziare col gruppo al completo, ma non lo può fare nessuno. Il calendario è apparentemente difficile, ma dipende sempre dal momento in cui trovi le squadre. A volte è meglio trovare le grandi subito, altre volte no. Ora è difficile dirlo. Il campionato comunque è anomalo, ma lo è per tutti. C’è da fare una preparazione per tre mesi, poi ce ne sarà un’altra. Sarà un campionato in cui tutti dovranno sperimentare un po’ di cose. Mi dispiace per la scelta dei Mondiali. Mi sembra una scelta non felice“. 

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 30-06-2022


Arrivabene: “De Ligt? Impossibile trattenere chi vuole andar via”

Kvaratskhelia aveva l’accordo con un’altra italiana