Napoli-Sampdoria 2-2 | Risultato finale | La doppietta di Eder pareggia quella di Higuain

La diretta di Napoli-Sampdoria, la sfida del San Paolo in tempo reale a partire dalle 20:45.

[live_placement]

Napoli-Sampdoria | Come vederla in tv e streaming

La sfida del San Paolo sarà trasmessa in diretta sia sul digitale terrestre che sul satellite. Gli abbonati a Mediaset Premium dovranno sintonizzare i decoder sul canale Premium Calcio 1 (382), la telecronaca sarà di Giampiero Gherarducci con il commento tecnico di Andrea Agostinelli, a bordo campo ci saranno invece Carlo Landoni e Walter De Maggio. Chi invece sceglie Sky può vedere la gara sui canali Sport 1 HD e Calcio 1 HD (201 e 251), il racconto sarà di Riccardo Trevisani e Daniele Adani, mentre gli approfondimenti dal campo saranno di Massimo Ugolini e Alessandro Alciato. La diretta sarà disponibile anche in streaming attraverso le applicazioni e i siti di Sky Go e Premium Play, disponibili per computer, smartphone e tablet.

Si accendono i riflettori del Napoli per la prima volta in questo campionato, il Napoli di Sarri scende in campo davanti al proprio pubblico per sfidare la Sampdoria di Zenga. La squadra partenopea è inciampata all’esordio, uscendo sconfitta dal Mapei Stadium di Reggio Emilia dove il Sassuolo ha vinto 2-1 in rimonta. Per questo stasera si ritrova quasi obbligata a non commettere passi falsi. Di fronte però c’è una squadra, quella blucerchiata, che arriva galvanizzata dall’ottimo 5-2 ottenuto contro il Carpi, con Eder e Muriel già in grande forma e che sicuramente vorranno confermarsi anche domani.

Sarri schiererà di nuovo la squadra con il 4-3-1-2 con Insigne mezza punta, ma in conferenza stampa ha spiegato che non esclude un cambiamento in futuro. In porta ci sarà Reina, davanti a lui Albiol e Koulibaly saranno al centro della difesa, mentre Maggio e Ghoulam si occuperanno della fasce. Il terzetto di centrocampo vedrà al centro Valdifiori, alla destra ci sarà Allan che aspetta ancora di arrivare al 100% e Hamsik, autore del gol del vantaggio una settimana fa. Non è al top, ma sarà regolarmente al suo posto, nemmeno Higuain che paga ancora le fatiche della Coppa America, a fare coppia con lui ci sarà ancora Callejon.

Anche Zenga sceglierà il 4-3-1-2, in avanti come detto ci saranno Eder e Muriel, entrambi autori di una doppietta contro il Carpi, dietro di loro la mezza punta ci sarà Soriano. A centrocampo ci sarà ancora Fernando, gol su punizione per lui una settimana fa, con Palombo capitano e perno centrale e Barreto. La linea di difesa a quattro vedrà Cassani e Regini terzini, mentre Coda e Silvestre saranno al centro. Tra i pali come al solito il titolare sarà Viviano.

Seguiremo la partita in diretta su Blogo, con aggiornamenti in tempo reale a partire dalle 20:45.

Napoli-Sampdoria | Probabili formazioni

NAPOLI (4-3-1-2): Reina; Maggio, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Valdifiori, Hamsik; Insigne; Higuain, Callejon.
A disposizione: Rafael, Gabriel, Strinic, Chiriches, Henrique, Hysaj, Dezi, Jorginho, Gabbiadini, D. Lopez, El Kaddouri, Mertens.
Allenatore: Sarri.
Squalificati: nessuno.
Indisponibili: nessuno.

SAMPDORIA (4-3-1-2): Viviano; Cassani, Coda, Silvestre, Regini; Fernando, Palombo, Barreto; Soriano; Muriel, Eder.
A disposizione: Brignoli, Puggioni, Zukanovic, Mesbah, Moisander, Pereira, Wszolek, Lulic, Correa, Serinelli, Oneto, Bonazzoli.
Allenatore: Zenga.
Squalificati: Ivan.
Indisponibili: De Silvestri, Krsticic, Cassano.

Napoli-Sampdoria | Statistiche e precedenti

Azzurri e blucerchiati si sono incrociati 48 volte in Serie A in casa del campani. Come prevedibile i numeri sorridono alla squadra di Sarri che in 21 occasioni è riuscito ad aggiudicarsi la sfida, l’ultima volta lo scorso anno quanto il Napoli ha vinto 4-2, passato in vantaggio per un autogol di Albiol, ha poi ribaltato tutto con l’ex Gabbiadini, Insigne e due volte Higuain, sul finale il gol di Muriel. Per trovare l’ultima vittoria della Sampdoria, sono in tutto 9, bisogna tornare indietro fino alla stagione 1997/1998, i liguri vinsero 2-0 approfittando di un autogol di Crasson e del raddoppio di Laigle. Sono infine 18 i pareggi, nel 2012/2013, ultima volta in cui si verificato il segno x, è finita 0-0.