Napoli, Cavani nel mirino del Real Madrid: le merengues puntano tutto su di lui

Il Real Madrid, imbattuto in casa e col secondo miglior attacco della Liga (52 gol), è in realtà una squadra che ultimamente si pone un sacco di interrogativi: la classifica piange con un terzo posto a -7 e -16 da Atletico Madrid e Barcellona, lo spogliatoio non vive momenti di serenità assoluta e gli attaccanti, nonostante non ci sia proprio penuria di gol, sono molto meno brillanti rispetto a dodici mesi fa. Cristiano Ronaldo è a quota 21 gol, Higuain a 8 e Benzema a 5, numeri allarmanti se si pensa che la scorsa stagione questi tre super centravanti chiusero rispettivamente con 46, 22 e 21 realizzazioni. La piazza mugugna, le aspettative sono sempre molte, urge un grande acquisto dopo 24 mesi di encefalogramma piatto alla voce acquisti: Falcao, Neymar, Rooney, Aguero i nomi che cominciano a circolare, tutti categoricamente smentiti dal quotidiano iberico Sport che invece parla di un unico grande obiettivo.

Si tratta di Edinson Cavani, il formidabile attaccante uruguaiano che da qualche anno sta facendo le fortune del Napoli: galeotta l'amichevole tra Spagna e Uruguay, i media hanno cercato di far vacillare il Matador con domande mirate. Una clausola rescissoria fissata a 63 milioni, un contratto in scadenza nel 2017, uno stipendio alto (4,5 milioni) ma non tra i più esorbitanti del panorama calcistico mondiale; il Real, a leggere Sport, ha messo sul piatto 50 milioni di euro netti per il club partenopeo, ha già avviato i contatti col procuratore Pierpaolo Triulzi e sta lavorando neanche tanto sotto traccia per portarlo al Bernabeu a luglio. Tornando alla succitata intervista, in cui si ipotizza anche in interessamento del Barcellona, Cavani ha dribblato tutti con eleganza:

"Adesso penso solo a lavorare e di offerte arrivate per me a gennaio non so niente. Sono concentrato sul campionato del Napoli, per coronare il sogno di vincere lo scudetto che è di tutti i napoletani. Ho ancora quattro anni di contratto con il Napoli (ma ride quando gli chiedono se lo onorerà fino in fondo, ndr). Nel calcio non si può mai sapere cosa accadrà, così io penso solo a prepararmi, ogni giorno, per ottenere il meglio. Real Madrid e Barcellona? Parliamo di due grandi club, tra i più forti al mondo, è ovvio che possono attrarre. Solo a nominarle, fanno salire la tensione. Sinceramente non so se ci siano buone possibilità di andare da una o dall’altra parte. Al momento, come ho detto, c’è un’opportunità unica che è quella di vincere lo scudetto con il Napoli e sono concentrato solo su questo".

I tifosi azzurri possono stare tranquilli, almeno fino a maggio. Poi dipenderà dal giocatore e il suo entourage e dalle ambizioni della società: certo è che se Cavani dovesse lasciare il San Paolo sarà difficilissimo, se non impossibile, sostituirlo nell'immediato.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail