Balotelli, multato dai vigili a Linate, rifiuta di esibire documenti


Mario Balotelli pochi minuti fa si è reso protagonista di uno spiacevole episodio all'aeroporto di Linate. Il calciatore del Milan e della Nazionale italiana ha discusso con alcuni vigili che gli stavano facendo una multa per la macchina in divieto di sosta.
Non è accaduto nulla di grave, anche se - stando al racconto de La Gazzetta dello Sport - si è verificato qualche attimo di tensione. Sono intervenuti anche dei carabinieri che passavano di pattuglia.

Il fatto è avvenuto intorno alle 12 odierne. Balotelli aveva lasciato la sua auto in divieto di sosta nell'area dei parcheggi della zona Arrivi dell'aeroporto milanese. Dopo il richiamo dei vigili, il centravanti rossonero ha fatto finta di togliere la sua vettura, un'Audi Rs4, ma poi ha parcheggiato nuovamente in divieto di sosta.
A questo punto i due agenti hanno multato il bresciano, il quale non l'ha presa per niente bene. SuperMario ha, prima, discusso in maniera animata con i vigili, e poi ha rifiutato di esibire i documenti.
La rosea racconta inoltre che successivamente è stato appurato che sull'auto di Balotelli non era esposta l'assicurazione. E' stata controllata anche la patente di guida inglese che il 22enne aveva con sé.
Solo in un secondo momento Balotelli si è calmato; secondo indiscrezioni il calciatore si troverebbe ancora con la polizia locale nell'area parcheggi. SuperMario pare si fosse recato in aeroporto per prelevare alcuni amici in arrivo.

Domenica l'esordio strabiliante, con doppietta decisiva in una gara giocata a sorpresa da titolare. Qualche ora dopo la foto postata sul suo account Twitter di un bacio con una ragazza misteriosa. Quindi la prestazione di ieri sera, deludente, nell'amichevole tra Olanda e Italia. Quel pallone scagliato a gioco fermo contro un cartellone pubblicitario era evidentemente il segnale di un nervosismo latente.
Foto | Getty Images

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: