Cade aereo in Ucraina, morti tifosi dello Shakhtar che stavano andando alla partita

Tragedia nel tardo pomeriggio scorso negli immediati pressi dell'aeroporto internazionale di Donetsk: un Antonov-24 della compagnia Pivdenni Avialini con a bordo, compreso l'equipaggio, 45 persone ha preso fuoco dopo un atterraggio di emergenza in un campo a 700 metri dall'arrivo a destinazione. Era un velivolo di fabbricazione russa che trasportava tifosi dello Shakhtar Donetsk, squadra che ieri ha giocato l'andata degli ottavi di finale contro il Borussia Dortmund (qui il video della partita): i supporters arancio-neri erano partiti da Odessa, sulle coste ucraine del Mar Nero per raggiungere la Donbass Arena e, dunque, vedere la partita.

Il portavoce del Ministero delle Emergenze ucraino, Volodymyr Ovsyanyk, ha spiegato che nonostante il tentativo di un atterraggio di fortuna (evenienza di cui sono ignote ancora le cause), l'aereo si è ribaltato prendendo infine fuoco. Molti passeggeri sono riusciti a scappare indenni, per cinque tifosi della squadra di Mircea Lucescu non c'è stato però niente da fare. Raggiunti dalla notizia, gli ufficiali Uefa presenti allo stadio hanno deciso di far rispettare un minuto di silenzio prima del fischio di inizio di Howard Webb, per la commozione delle migliaia di tifosi sugli spalti.

  • shares
  • Mail