Conte non cerca scuse: “Bayern troppo forte” – Beckenbauer: “Buffon sembrava un pensionato”

Conte: “Dobbiamo fare i complimenti agli avversari. Proveremo a fare l’impresa nella gara di ritorno”. Heynckes è soddisfatto: “Prestazione notevole, la Juventus è una grande squadra”.

di antonio

Non cerca alibi Antonio Conte al termine della partita persa a Monaco di Baviera. Il tecnico pugliese analizza pacatamente una sconfitta che poteva diventare più pesante se il Bayern Monaco avesse capitalizzato qualche occasione in più, soprattutto nel primo tempo. Il gol a freddo segnato da Alaba, con la complicità di Buffon, ha spianato ulteriormente la strada ai bavaresi che si sono subito contraddistinti per una migliore condizione fisica, geometrie di gioco collaudate, rapidità nelle incursioni in area di rigore e un tasso tecnico molto elevato. Ma la Juventus è apparsa troppo brutta per essere vera, priva anche della solita verve agonistica che l’ha sempre contraddistinta.

Il tecnico della Juventus, Antonio Conte, parla ai microfoni di Sky Sport dopo la sconfitta in Champions contro il Bayern Monaco, e riconosce il merito agli avversari:

“Abbiamo incontrato una squadra forte, lo sapevamo, sono tra i favoriti con Barça e Real. In più erano incattiviti dalla sconfitta in finale dell’anno scorso. Complimenti, hanno fatto un’ottima partita. Ai miei giocatori non ho nulla da rimproverare -spiega-, ho detto ai ragazzi di dare il 100% e poi avremmo visto. Ci hanno battuto i più forti, capita. Queste partite ci devono far capire la distanza tra queste squadre top. Ora pensiamo al campionato, e poi pensiamo al ritorno. Nel calcio può succedere di tutto, ma servirà un’impresa. Noi prendiamo questo ko come esperienza e cercheremo di migliorare. Penso che noi la partita l’avevamo preparata bene, poi bisogna fare i conti con gli avversari. Oggi il Bayern ha mostrato anche cattiveria e fisicità. Ripeto, complimenti al Bayern. Noi siamo tornati competitivi in Italia ora dobbiamo continuare a lavorare per migliorarci sempre di più”.

Bayern Monaco – Juventus 2-0: gol di Alaba e Muller (Foto)



Foto © Getty Images – Tutti i diritti riservati

Dall’altra parte Jupp Heynckes è ovviamente soddisfatto per la prestazione della sua squadra, in controllo totale della partita per quasi tutti i novanta minuti. Al ritorno l’allenatore del Bayern Monaco sa che nonostante il risultato potrebbero sorgere delle insidie perché a Torino la Juventus dà il meglio di sé, anche se sarà complicatissimo per la Vecchia Signora ribaltare il risultato. Allo stesso tempo Heynckes mostra una certa soddisfazione e ammette di sentirsi abbastanza tranquillo:

“Si è visto che la Juve è una grande squadra. Dobbiamo affrontare la gara di ritorno con lo stesso atteggiamento e la stessa motivazione di questa sera. Ci siamo preparati molto bene e coscienziosamente, questa è stata la chiave del successo. Siamo lieti di aver vinto questa partita contro una squadra italiana. Abbiamo controllato la partita per tutta la durata contro il campioni d’Italia. E’ stata una prestazione notevole da parte della mia squadra. La squadra bianconera non ha solo Pirlo, l’abbiamo fermato prima con Kroos e poi con Muller. La Juve è molto forte, ma anche noi in trasferta siamo riusciti a segnare quasi sempre. Nel finale loro hanno creato qualcosa in più. In vista del ritorno, però, sono abbastanza tranquillo”.

Ben più acido il commento di Franz Beckenbauer, presidente onorario del Bayern: “Alaba ha tirato da 120 metri, Buffon sembrava un pensionato. Non si arrabbi, ma doveva prendere quel tiro. Forse non pensava che Alaba calciasse da lì“.

I Video di Calcioblog

Ultime notizie su Allenatori

Tutto su Allenatori →