Confederations Cup 2013: ecco i 23 convocati del Brasile di Scolari

Confederations Cup 2013: Scolari ha già diramato la lista dei 23 convocati del Brasile.

Fra un mese esatto, per la precisione il 15 giugno prossimo, prenderà il via la nona edizione della Confederations Cup, la manifestazione che si svolge ogni quattro anni alla vigilia dei Mondiali: come molti sanno serve come prova generale per la nazione ospitante la Coppa del Mondo dell’anno dopo e ad essa prendono parte otto squadre, le sei vincitrici delle competizioni continentali più la detentrice del Mondiale e la squadra di casa. Quest’anno si giocherà come ovvio in Brasile e proprio il ct dei verdeoro Luiz Felipe Scolari è stato il primo tra i selezionatori a comunicare la lista dei 23 convocati, che riportiamo di seguito:

Portieri: Julio Cesar (Queens Park Rangers), Diego Cavalieri (Fluminense) e Jefferson (Botafogo).
Difensori: Daniel Alves (Barcellona), Jean (Fluminense), Marcelo (Real Madrid), Filipe Luis (Atletico Madrid), Thiago Silva (Psg), Dante (Bayern Monaco), David Luiz (Chelsea) e Rever (Atletico Mineiro).
Centrocampisti: Luiz Gustavo (Bayern Monaco), Paulinho (Corinthians), Fernando (Gremio), Hernanes (Lazio), Jadson (San Paolo), Lucas (Psg), Oscar (Chelsea).
Attaccanti: Neymar (Santos), Fred (Fluminense), Hulk (Zenit), Bernard (Atletico Mineiro), Leandro Damiao (Internacional).

Saltano all’occhio alcune esclusioni eccellenti come quelle di Ronaldinho, ispiratissimo nell’ultimo periodo con l’Atletico Mineiro e dichiaratamente voglioso di esserci a mondiali fra un anno, ma anche Kakà e Pato, non proprio protagonisti assoluti dell’ultimo periodo. Se Scolari ha per il momento bocciato questi tre ex milanisti, non ha potuto fare lo stesso col confermatissimo Thiago Silva, così come è stato chiamato il sempreverde portiere ex Inter Julio Cesar (tra gli estremi difensori anche l’ex Cesena Cavalieri); tra i giocatori che militano attualmente in Italia convocazione per il solo laziale Hernanes, quindi spazio a un nugolo di giovani già famosissimi come Oscar, Lucas, Paulinho, Neymar, Damiao. Così ha commentato le sue scelte il selezionatore brasiliano:

“Molti non hanno giocato competizioni ufficiali con la Seleção. È il momento per osservarli. Abbiamo bisogno di gioventù. Che non vuol dire che tutti quelli che ci sono adesso ci saranno al Mondiale. Nel giro di un anno possono succedere molte cose”.

Il Brasile è inserito nel Gruppo A insieme a Giappone (che affronterà nella gara inaugurale del 15 giugno), Messico (19 giugno) e Italia (22 giugno a Salvador), l’ultima sfida contro gli azzurri di Cesare Prandelli il 21 marzo scorso, 2-2 a Ginevra con gol italiani di De Rossi e Balotelli.

I Video di Calcioblog