Zeman sui cori a Balotelli: “Non è per la sua pelle ma per i suoi atteggiamenti”

Il solito mai banale Zeman, intercettato al Foro Italico, ha detto la sua suoi cori rivolti a Balotelli: “Il Milan ha altri giocatori di colore ma fischiano solo lui, evidentemente non si comporta bene”.

Disoccupato da inizio febbraio, pur percependo ancora lo stipendio dalla Roma, Zdenek Zeman ha approfittato delle sue “vacanze romane” (anche se in realtà risiede nella capitale) per fare una capatina al Foro Italico dove sono in fase di svolgimento gli Internazionali di Tennis. Proprio negli impianti capitolini è stato intercettato dall’emittente radio RTL 102.5 che ne ha approfittato per fargli un paio di domande; come ovvio il boemo non è stato scontato nelle sue dichiarazioni, soprattutto quando il cronista Fulvio Giuliani gli ha chiesto un parere sui cori razzisti rivolti a Balotelli durante l’ultima partita del Milan domenica scorsa contro la “sua” Roma:

“Il discorso di Balotelli è un pò strano, nel senso che non se la prendono sempre con lui perchè di colore diverso, è che con i suoi atteggiamenti attira qualcosa. Se fischiano Totti in tutti gli stadi e lo offendono è la stessa cosa. Magari purtroppo oggi si gioca sul colore della pelle, ma a altri giocatori del Milan di colore non vengono trattati allo stesso modo. Il problema non è il colore ma il comportamento, se uno si comporta bene non succede niente”.

Pacato e conciso come sua abitudine, in realtà Zeman assesta ben bene le sue bordate pur con un filo di voce. Fresco di compleanno, lo scorso 12 maggio ha spento 66 candeline, il praghese non intende farsi da parte e spera di ritornare presto su una panchina: “Io vorrei ancora allenare, poi bisogna ovviamente vedere chi mi crede e che mi dà la possibilità di poterlo fare, io ho tanta voglia e basta“. Più voci si rincorrono in questi giorni, con un ritorno al Pescara che pare al momento la destinazione più probabile per rimettersi in carreggiata. Così l’esperto di calciomercato Di Marzio sul suo sito ieri:

“E’ stato trovato l’accordo tra Roma e Pescara per l’ingaggio: il Pescara infatti comprerà l’intero cartellino di Caprari, ora in comproprietà tra le due società. Due giorni fa Zeman si era visto con il presidente Sebastiani, ma non ha ancora detto il sì definitivo. Il Pescara è comunque ottimista, Zeman preferisce aspettare ancora qualche giorno”.

Per il momento il suo presente si chiama Roma, inteso come città: “Sono vent’anni che quando posso, quando non sono impegnato, vengo a vedere il torneo di tennis. Ora ho tempo libero quindi ne approfitto. Ormai mi sento di Roma, visto che sono da vent’anni qua e la gente mi ha sempre dimostrato affetto, quindi li posso solo ringraziare. Non solo i tifosi della Roma ma anche quelli della Lazio“.

I Video di Calcioblog

Ultime notizie su Allenatori

Tutto su Allenatori →