L’Italia Under 21 è carica in vista dell’Europeo, il ct Mangia accoglie Destro e Verratti

Il cinque giugno l’Italia Under 21 di Devis Mangia debutterà nell’Europeo di categoria quest’anno di scena in Israele: la pre-lista dei convocati e le parole del ct dopo due giorni di raduno a Milanello.

L’Italia Under 21 di Devis Mangia si è riunita mercoledì sera a Milanello per preparare al meglio l’Europeo di categoria che si svolgerà in Israele dal 5 al 18 giugno prossimi; otto giorni fa il commissario tecnico degli azzurrini ha diramato una prima lista di 27 giocatori (da cui ne dovrà lasciare a casa 4, la lista definitiva dovrà essere comunicata all’Uefa lunedì) tra cui figurano anche Mattia Destro e Marco Verratti, di recente in pianta stabile nella Nazionale maggiore di Cesare Prandelli. Sarà una competizione molto interessante e la speranza di tutti è che i nostri possano fare bella figura: inseriti nel Gruppa A con Israele, Inghilterra e Norvegia, tutte le partite degli azzurrini si disputeranno al Bloomfield Stadium di Tel Aviv (che ospita le gare interne di Hapoel e Maccabi), città che verrà raggiunta dalla delegazione italiana fra otto giorni.

Oggi il ct Devis Mangia ha fatto un punto della situazione dopo un giorno e mezzo di lavoro:

“Stiamo svolgendo la preparazione per l’Europeo nelle migliori condizioni, all’interno di una delle strutture di maggior eccellenza che ci sono nel calcio. E per questo ringrazio sia la Federazione sia il Milan. Lavoriamo in tutta serenità: i ragazzi fino ad ora sono stati bravissimi, ogni volta che ci raduniamo arrivano con entusiasmo e con le giuste motivazioni, ora mi aspetto continuità nel modo di indossare questa maglia. Del resto abbiamo il tempo necessario per affinare alcuni aspetti ed essere ancora di più squadra”.

Come sempre, l’Europeo Under 21 è un torneo difficile e complicato, basta un piccolo calo di concentrazione per esser eliminati. Lo sa bene l’ex allenatore del Palermo che confida nell’attaccamento alla maglia di ogni singolo giocatore oltre che nel lavoro e nella cura dei dettagli:

“Abbiamo le qualità per fare un Europeo importante, se riusciremo a mettere bene in campo le nostre caratteristiche. Nel girone dovremo essere bravi ad alzare la tensione al punto giusto, perché le nostre avversarie sono tutte molto forti. La forza dell’Italia è quella di essere squadra, l’ho detto anche ai nuovi arrivati (Destro e Verratti, ndr) e ci tengo a sottolineare di averli sentiti entusiasti di stare con noi. Sono convinto che la squadra arriverà bene all’impegno, la voglia e l’atteggiamento sono quelli giusti, ora dobbiamo differenziare il lavoro atletico sul campo per farci trovare pronti il 5 giugno. Sono convinto che la differenza la faranno i dettagli”.

Effettivamente spulciando la rosa, come detto non ancora definitiva, l’impressione è che Mangia si trovi con una nidiata molto molto interessante e con un po’ di fortuna non sarà impossibile ripetere l’impresa del 2004, quando a Bochum l’Italia Under 21 di Claudio Gentile trionfò per la quinta volta nella sua storia. Allora in finale contro la Serbia e Montenegro segnarono De Rossi, Bovo e Gilardino, nove anni dopo sono questi i nomi degli atleti che proveranno a detronizzare i campioni in carica della Spagna:

Portieri: Bardi (Novara), Colombi (Modena), Leali (Virtus Lanciano).
Difensori: Bianchetti (Hellas Verona), Biraghi (Cittadella), Caldirola (Brescia), Capuano (Pescara), Crimi (Grosseto), Donati (Grosseto), Frascatore (Sassuolo), Regini (Empoli), Romagnoli (Spezia).
Centrocampisti: Bertolacci (Genoa), Fedato (Bari), Florenzi (Roma), Insigne Lorenzo (Napoli), Marrone (Juventus), Rossi (Brescia), Sala (Amburgo), Sansone (Parma), Saponara (Empoli), Verratti (Paris St. Germain).
Attaccanti: Borini (Liverpool), Destro (Roma), Gabbiadini (Bologna), Immobile (Genoa), Paloschi (Chievo).

I Video di Calcioblog