Ufficiale: Al Nasr, Walter Zenga non è più l’allenatore. Il futuro è in Italia?

L’ex portiere dell’Inter e tecnico di Catania e Palermo ha chiuso in anticipo di un anno la sua avventura negli Emirati Arabi.

Walter Zenga non è più allenatore dell’Al Nasr. La notizia è ufficiale ed è stata pubblicata anche sul sito del club che milita nel campionato degli Emirati Arabi Uniti. L’ex portiere dell’Inter avrebbe interrotto la collaborazione lavorativa con la società in comune accordo, nonostante il suo contratto scadesse soltanto l’anno prossimo. Fahed Hadi, componente del cda del club, a Sport360 ha spiegato il perché della rottura anticipata dopo due anni e mezzo:

E’ stata una decisione presa dal nostro comitato tecnico al termine della stagione, ha valutato i due anni e mezzo di Zenga al comando dell’Al Nasr e ha deciso che fosse meglio chiudere il rapporto e affidare la squadra ad un nuovo allenatore. L’anno scorso Zenga ci ha portato al secondo posto, la nostra miglior posizione di sempre e ci ha permesso di giocare in Champions League, ma se parliamo di quest’anno, siamo calati drammaticamente, con un sesto posto.

A pesare sull’allontanamento dell’ex allenatore di Palermo e Catania quindi sono stati i risultati non esaltanti ottenuti in questa stagione, ma forse anche alcuni comportamenti stravaganti; l’ex portiere dell’Inter infatti ha sicuramente lasciato il segno dalle parti di Dubai avendo avuto spesso problemi con arbitri e giornalisti (è stato persino multato per aver definito “stupida” la domanda di un reporter).

Al momento i dirigenti del club arabo stanno valutando tre allenatori come possibili sostituti di Zenga: tra i possibili successori dell’Uomo Ragno non dovrebbe esserci il direttore tecnico del club, l’ex c.t. dell’Inghilterra Sven Goran Eriksson, che in un primo momento pareva il favorito.

Il nome di Zenga è invece stato subito associato dai media italiani a squadre nostrane che ad oggi non hanno ufficializzato il nome dell’allenatore, ma appare difficile che venga trovato un accordo last minute. In passato il 53enne era stato considerato vicino al trasferimento all’Inter al posto di Andrea Stramaccioni, ma anche della Lazio quando l’anno scorso Edy Reja annunciò le dimissioni poi respinte dal presidente Claudio Lotito. Le panchine di entrambe le squadra, come noto, oggi sono saldamente coperte da, rispettivamente, Mazzarri e Petkovic.

I Video di Calcioblog