Latina e Carpi nella storia: prima volta in Serie B

La formazione laziale batte il Pisa 3-1 nella finale di ritorno dei play off e conquista la promozione tra i cadetti. Agli emiliani basta un pareggio in Puglia: invasione di campo dei tifosi di casa a fine partita.

di antonio

Latina e Carpi conquistano per la prima volta nella storia l’accesso al campionato di Serie B. I pontini hanno battuto il Pisa 3-1 con una bella rimonta nella finale di ritrono: i toscani si erano portati in vantaggio con Barberis su punizione al 19′ del primo tempo. Pareggio del Latina con Jefferson nel primo minuto di recupero dei primi 45′. La gara si è decisa nei supplementari con i pisani in 9 per due rossi: decisive le reti di Cejas e Burrai. La squadra di Stefano Sanderra fa compagnia all’Avellino, che era già stato promosso nel girone.

La festa è esplosa nella cittadina a Sud della Capitale (la seconda del Lazio per numero di abitanti): un tripudio di bandiere nerazzurre fuori e dentro lo stadio Francioni, dove erano stati autorizzati quasi 600 posti in più per consentire alla tifoseria pontina di seguire il match, una folla ha riempito Piazza del Popolo dove era stato allestito un maxi schermo. I neroblù saranno la settima squadra laziale a militare tra i cadetti dopo Lazio, Roma, Frosinone, Rieti, Mater, Alba Trastevere.

Ho fatto vent’anni di gavetta nel Centro-Sud. E’ stato un percorso duro e questa gioia ripaga i miei sacrifici” – afferma Stefano Sanderra, tecnico del Latina – “Per il Latina è una grande giornata, trovandoci per la prima volta in serie B – ricorda Sanderra a Rai Sport -. Sono stati bravi i giocatori, non solo per i loro valori tecnici ma anche per la forza morale interiore che hanno mostrato nei momenti di difficoltà e anche oggi. E’ stata una battaglia dal punto di vista psicofisico. Se resto anche in B? Francamente spero di sì, è un’avventura da proseguire insieme“.

I complimenti del presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, al Latina:

“Desidero rivolgere i miei complimenti e quelli della Giunta regionale del Lazio alla presidente dell’Unione Sportiva Latina Calcio, Paola Cavicchi, a tutta la dirigenza, all’allenatore Stefano Sanderra, allo staff e ai giocatori, protagonisti di una magnifica stagione culminata con la bellissima finale di oggi, che ha portato alla storica promozione in Serie B. Un salto di categoria importante per la società pontina che non ha mai nascosto di voler raggiungere questo obiettivo e ci è riuscita meritatamente, scommettendo sul giusto mix di gioventù ed esperienza- prosegue -. L’arrivo della squadra del Latina in Serie B è un’ottima notizia per il movimento sportivo del Lazio”.

E’ festa grande anche a Carpi con la squadra allenata da Brini che è riuscita a strappare un pareggio nell’infuocato stadio di Lecce che vale la prima promozione in Serie B, dove a fine partita gli ultras locali hanno scatenato la propria rabbia invadendo il campo e provocando danneggiamenti e aggressioni agli steward. Il Carpi ha suggellato l’ottima regular season conclusa al terzo posto. Tra i grandi protagonisti di questa storica promozione Fabio Brini che, intervistato ai microfoni Rai, ha spiegato:

“Ad inizio partita siamo stati un po’ timorosi ed abbiamo preso un goal in maniera ingenua, noi però ci abbiamo sempre creduto e abbiamo disputato dei grandi play-off. Abbiamo meritato questa promozione per quello che abbiamo fatto sia all’andata che al ritorno. Se resterò nella prossima stagione? Adesso pensiamo a festeggiare, non è questo un problema al momento”.

– LA PROSSIMA SERIE B –

Avellino, Bari, Brescia, Carpi, Cesena, Cittadella, Crotone, Empoli, Juve Stabia, Latina, Modena, Novara, Padova, Palermo, Pescara, Reggina, Siena, Spezia, Ternana, Trapani, Varese, Virtus Lanciano.