Juve, Llorente è incredulo: "Un gruppo non solo di campioni ma anche di amici"

Se la Juve ha dominato le ultime due stagioni in Italia buona parte del merito va anche al gruppo: non solo quello plasmato da Antonio Conte a livello tattico, ma anche quello che fa quadrato fuori dal campo o durante gli allenamenti, un insieme di grandi giocatori che in più di un'occasione hanno dimostrato di remare nella stessa direzione anche quando si è trattato di rilasciare dichiarazioni, di mostrarsi rilassato nella vita di tutti i giorni (e tanti video lo hanno dimostrato, da quello sull'aereo di ritorno da Trieste dopo la vittoria dello scudetto 2012 all'Harlem Shake di qualche mese fa, giusto per fare due esempi), di venirsi incontro nei momenti di difficoltà (Simone Pepe, che pure dà tanto allo spogliatoio in termini di spensieratezza, ne sa qualcosa). Anche i nuovi arrivati non tardano ad accorgersene.

Atleti che si conoscono da tempo per l'esperienza comune non solo del bianconero, ma anche dell'azzurro della Nazionale, stranieri che imparano subito la lingua per non perdersi un dettame del mister (Elia e Krasic furono tagliati fuori anche per questioni linguistiche), campioni contraddistinti dall'umiltà e dalla schiettezza. Con questi presupposti non poteva che essere accolto alla grande Fernando Llorente, che fin dal primo giorno di Italia si è accorto di quanto è buona l'aria che si respira alla Juve, come ha dichiarato in un video pubblicato sul sito ufficiale della Vecchia Signora direttamente da San Francisco:

"Buffon, Pirlo, Chiellini, Bonucci, sono tutti grandissimi giocatori. Questo gruppo mi ha sopreso molto, perchè è un gruppo magnifico, un gruppo incredibile, perchè non è una cosa normale in una squadra con tanti grandi giocatori. In altre squadre, magari, si incontrano grandi giocatori come questi, però è differente: qui tutti sono amici, grandi compagni e mi trovo molto bene".

L'attaccante di Pamplona, al pari di Tevez e non ultimo di Ogbonna, pare far parte della squadra non da un mese scarso ma da anni; merito di un affiatamento costruito a Vinovo e consolidato con le vittorie, di un gruppo che punta a vincere anche nella prossima stagione. La Juve domani affronterà l'Everton in amichevole, un test importante per capire i progressi fatti fin'ora; così Llorente:

"Mi sento molto bene, sono molto contento di stare qui, a San Francisco, in America. Credo sia una città molto bella. Iniziamo con l'Everton e credo sia un buon rivale per cominciare".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: