Europa League, Lazio - Legia Varsavia, Vladimir Petkovic non pensa al derby: "In campo, i migliori"

Le dichiarazioni del tecnico biancoceleste, alla vigilia del primo match di Europa League.

La stracittadina con la Roma è un appuntamento al limite del sacro per i tifosi della capitale. L'allenatore della Lazio, Vladimir Petkovic, con la fredda razionalità che lo contraddistingue, però, non ha nessuna intenzione di fare calcoli in base al futuro e vuole concentrarsi soltanto sul presente.

Il presente si chiama Europa League, precisamente Legia Varsavia. Contro il club polacco, l'allenatore svizzero di origine croata schiererà la formazione migliore, dimostrando di non voler assolutamente ignorare la seconda competizione continentale.

Queste sono state le sue principali dichiarazioni rilasciate nel corso della conferenza stampa alla vigilia del match:

Abbiamo margini di miglioramento,dobbiamo continuare a crescere perché vogliamo vincere. Del resto il campionato è importante, ma come è bello giocare in Europa, così è bello vincere in Europa. Il Legia è una squadra che rispettiamo, per questo metterò in campo la miglior squadra possibile.

L'inizio di stagione non è stato certo dei migliori ma il tecnico della Lazio vede i suoi giocatori in netto miglioramento di condizione:

Chi ha giocato l'ultima partita ha dimostrato che stiamo crescendo e questo è molto importante. Per avere una squadra compatta ci vuole anche la concorrenza. Abbiamo dimostrato di essere in evoluzione. Abbiamo perso contro la Juve, ma abbiamo vinto con una squadra importante come l'Udinese e con il Chievo, squadra contro cui non vincevamo in casa da dieci anni. A livello psicologico era molto importante trovare i tre punti al rientro dopo la sosta: siamo cresciuti a livello di gioco e di divertimento.

Anche Alvaro Gonzalez, in conferenza stampa con il suo allenatore, non ha fatto alcun accenno diretto alla partita di Serie A con la Roma:

L'obiettivo è fare sempre meglio sia in Coppa che in campionato. Dobbiamo essere più maturi, non dobbiamo avere quelle distrazioni che abbiamo avuto in passato. Ci conosciamo bene, quindi non è che dobbiamo analizzare tanto. Sappiamo che la partita di domenica è importante per tutti, ma siamo obbligati a pensare anche all'inizio del girone di Europa League.

Il derby, quindi, può attendere.

Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail