Arsenal - Napoli 2-0 | Risultato finale | Tutto in 45 minuti, decidono Ozil e Giroud

La diretta di Arsenal - Napoli, seconda giornata del Gruppo F di Champions League 2013/2014.

Arsenal - Napoli | Formazioni ufficiali

20:10 - Le ultime prove sul campo hanno dato esito negativo, Higuain andrà addirittura in tribuna, dal primo minuto in campo ci sarà Pandev. In difesa Mesto la spunta su Armero che sembrava favorito alla vigilia. Wenger si scopre più prudente e mette in campo Arteta e non Wilshere, passando così dal preventivato 4-2-3-1 ad un molto più probabile 4-3-2-1.

ARSENAL (4-3-2-1) - Szczesny; Sagna, Mertesacker, Koscielny, Gibbs; Flamini, Arteta, Ramsey; Ozil, Rosicky; Giroud.
A disposizione: Fabianski, Vermaelen, Monreal, Jenkinson, Wilshere, Gnabry, Bendtner.
Allenatore: Arsène Wenger.

NAPOLI (4-2-3-1): Reina; Mesto, Britos, Albiol, Zuniga; Behrami, Inler; Callejon, Hamsik, Insigne; Pandev.
A disposizione: Rafael, Cannavaro, Armero, Dzemaili, Mertens, Higuain, Zapata.
Allenatore: Rafa Benitez.

Arbitro: Milorad Mazic (Serbia).

Arsenal - Napoli | Come vederla in tv e streaming

La sfida dell'Emirates Stadium sarà visibile per tutti gli abbonati Sky e Mediaset Premium. Sul satellite la partita sarà visibile a tutti gli abbonati al pacchetto Sport sui canali Sky Sport 3 HD e Sky Calcio 2 HD (canali 203 e 252). La telecronaca sarà di Maurizio Compagnoni con il commento tecnico di Beppe Bergomi, a bordocampo ci sarà Massimo Ugolini. Chi invece sceglie il digitale terreste deve collegarsi al canale Premium Calcio (370) dove Pierluigi Pardo e Sebino Nela ci racconteranno quello che accade a Londra, le interviste e i commenti dal campo sono invece a cura di Paolo Bargiggia. Chi è abbonato a Sky può usufruire anche di Sky Go per guardare l'incontro su smartphone e tablet, possibilità che non offre il servizio di streaming Mediaset, Premium Play infatti offre come al solito soltanto la partita trasmessa in chiaro il mercoledì sera.

Il Napoli mette da parte i pensieri del campionato e si rituffa anima e corpo nella Champions League, stasera la squadra di Benitez scenderà in campo all'Emirates Stadium per affrontare l'Arsenal primo in classifica in Premier League e vittorioso a Marsiglia nella prima sfida continentale. Gli azzurri possono trarre forza dai risultati eccezionali ottenuti in questo primo scorcio di stagione, in Serie A hanno perso soltanto due punti pareggiando in casa con il Sassuolo, in coppa le cose non potevano andare meglio visto che all'esordio al San Paolo è arrivata la prestigiosa e importantissima vittoria contro il Borussia Dortmund. Ma sarebbe un errore rilassarsi, anche per questo l'allenatore spagnolo contro i Gunners vuole schierare la sua migliore formazione.

Nelle ultime ore avevano fatto temere le condizioni di Gonzalo Higuain vittima di un risentimento muscolare, ad un certo punto la sua presenza in campo sembrava essere veramente a rischio. Da Londra invece arrivano buone notizie, le riporta il telecronista tifoso Carlo Alvino, il giornalista con un tweet ha tranquillizzato i tifosi confermando che sia l'argentino che Raul Albiol saranno regolarmente in campo. Erano questi gli unici due punti interrogativi per Benitez che a questo punto può partire con la formazione migliore. In attacco l'ex Real Madrid sarà l'unica punta, dietro di lui ci saranno Hamsik, Insigne e Callejon. Come al solito davanti alla difesa ci sarà la diga svizzera composta da Inler e Behrami, mentre la linea arretrata sarà formata da destra verso sinistra da Zuniga, Britos, Albiol e Armero, tra i pali lo spagnolo Reina.

Arsène Wenger risponde con una formazione speculare, il francese arriva alla sfida di stasera con le certezze che gli ha regalato il campionato, l'Arsenal è capolista solitaria in Premier, da anni non partiva così. L'unica punta degli inglesi sarà l'ex Montpellier Giroud, mentre alle sue spalle forniranno supporto Ramsey, Rosicky e il nuovo acquisto Ozil, il più temibile dei tre. Anche i Gunners si schierano con la difesa a quattro, davanti al portiere Szczesny ci saranno Sagna, Mertesacker, Koscielny e Gibbs, a loro protezione di due mastini di centrocampo Wilshere e Flamini. Conoscendo l'attitudine dei due allenatore e vedendo quanta qualità ci sarà in campo, lo spettacolo all'Emirates Stadium è assicurato.

Arsenal - Napoli | Probabili formazioni

ARSENAL (4-2-3-1) - Szczesny; Sagna, Mertesacker, Koscielny, Gibbs; Flamini, Wilshere; Ramsey, Ozil, Rosicky; Giroud.
A disposizione: Fabianski, Vermaelen, Monreal, Jenkinson, Arteta, Miyaichi, Bendtner.
Allenatore: Arsène Wenger.

NAPOLI (4-2-3-1): Reina; Zuniga, Britos, Albiol, Armero; Behrami, Inler; Callejon, Hamsik, Insigne; Higuain.
A disposizione: Rafael, Cannavaro, Mesto, Dzemaili, Mertens, Pandev, Zapata.
Allenatore: Rafa Benitez.

Arbitro: Milorad Mazic (Serbia).

Arsenal - Napoli | Precedenti

Queste due squadre non si sono mai incontrate in una partita ufficiale, l'anno scorso però si trovarono di fronte in occasione dell'Emirates Cup, torneo estivo organizzato dagli inglese. Finì 2-2 con il Napoli che si potrò sul 2-0 grazie ai gol di Insigne e Pandev, per l'Arsenal pareggiarono i conti Giroud e Koscielny, entrambi in campo anche stasera. Perfettamente in parità è invece il bilancio degli azzurri contro le squadre inglesi, in sei partite hanno vinto due volte, pareggiato e perso altrettante.

L'ultima sfida risale alla Champions League di due anni fa, nel doppio confronto del girone il Napoli ottenne un 1-1 in casa del Manchester City e si aggiudicò la sfida al San Paolo per 2-1. Poi agli ottavi di finale se la vide con il Chelsea, dopo il fantastico 3-1 dell'andata in casa la squadra di Mazzarri rimediò un 4-1 e l'eliminazione a Stamford Bridge, in panca c'era Di Mattero e i londinesi avrebbero vinto la coppa. L'ultimo precedente, il primo cronologicamente, risale all'Europa League 2010/2011, nella doppia sfida contro il Liverpool i partenopei raccolsero una vittoria e un pareggio.

L'ultima sfida dell'Arsenal contro un'italiana è quella di due anni fa agli ottavi di Champions con il Milan, i Gunners persero 4-0 a San Siro, a nulla servì il 3-0 conquistato in casa. In generale in 14 partite giocate davanti al proprio pubblico contro una squadra tricolore, l'Arsenal ha vinto otto volte, pareggiato quattro e perso due, l'ultima sconfitta risale al 2003/2004 quando l'Inter si impose ad Highbury con un rotondo 3-0.

  • shares
  • Mail