La Roma blinda Garcia: prolungamento e aumento di stipendio

Sono bastate poche partite al nuovo tecnico della Roma, Rudi Garcia, per entrare nel cuore dei tifosi giallorossi. Sette partite, altrettante vittorie, 20 gol fatti e una sola rete subita… Una Roma da record, cui neanche la Juventus (che sta facendo meglio degli anni precedenti) riesce per ora a tenere testa. Mezza Europa parla del miracolo di Garcia che ha rivitalizzato un ambiente abbattuto dopo le pessime gestioni di Luis Enrique e Zdenek Zeman. In pochi lo avrebbero pronosticato, nonostante fossero in tanti a riconoscergli doti di grande condottieri, dimostrate già in Francia nella stagione 2010-2011, quando sulla panchina del Lille vinse campionato e Coppa di Francia.

Ora il palcoscenico della capitale lo sta rendendo ancora più popolare,tanto che sarebbero diversi i top club europei pronti ad offrirgli un ingaggio: si parla di PSG, Monaco, Arsenal… Soprattutto dopo il secco 3-0 rifilato a San Siro all’Inter in mondovisione. Per evitare dunque che qualcuno lo porti via al club capitolino, l’establishment societario della Roma, con Pallotta e Sabatini in testa, sta già lavorando per blindarlo: attualmente Garcia è sotto contratto per 2 anni con uno stipendio di 1,2 milioni annui, ma presto dovrebbe sottoscrivere un nuovo quanto più remunerativo accordo.

Si parla di un triennale con ingaggio raddoppiato a 2,4 milioni di euro, più bonus in caso di raggiungimento di quello che sarebbe un clamoroso scudetto. Le parti si sarebbero già incontrate e non ci saranno problemi sulla firma dell’intesa: Garcia non si sente a Roma di passaggio, ma ha intenzione di aprire un ciclo, visto che la dirigenza ha grandi ambizioni e grandi progetti per gli anni a  venire.

"A Roma siamo nel sud dell’Europa - ha dichiarato il tecnico giallorosso a 'L'Equipe' - la passione è molto forte. È come a Marsiglia, ma moltiplicato per 5. Prima di accettare mi sono chiesto se sarei stato all’altezza: avevo le mie convinzioni, volevo portare un gioco corto, passaggi a terra e molti movimenti. E poi c’è Totti, lui e De Rossi sono umili e di un’onestà incredibile. Francesco respira calcio, logico dovesse essere al centro del gioco. Ci abbiamo lavorato su insieme".

I tifosi della Roma, si sentono dunque più tranquilli e sognano davvero un tricolore che potrebbe arrivare dopo alcune stagioni di delusioni cocenti.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: