Juventus: Chiellini mai così giù e dal mercato...

Inutile girarci attorno, a 29 anni Giorgio Chiellini sta vivendo il punto più basso della propria carriera alla Juventus. La prestazione di ieri sera allo Stadio Santiago Bernabeu di Madrid contro il Real è stata solo l’ultima di una lunga serie di partite nelle quali il centrale toscano ha commesso almeno un paio di errori gravi. Premessa importantissima: colpevole sul rigore (anche se in Italia probabilmente quei falli non li fischiano), totalmente scagionato sull’espulsione, che arriva dopo una pantomima perfetta di Cristiano Ronaldo. Detto questo, anche contro i ‘Blancos’ si sono viste sbandate paurose e imprecisioni madornali in fase di impostazione.

Chiellini, da anni protagonista assoluto con la maglia della Juventus e della nazionale, basa gran parte della sua gara sulla forza fisica, qualità che gli si riconosce sin dai tempi in cui con il Livorno in B si mise talmente in luce da convincere la Juventus di Luciano Moggi ad un investimento importante. Chiaramente, mai stato un difensore dai piedi fatati, alla soglia dei 30 anni l’accavallarsi degli impegni e i muscoli non più come quelli di un 20enne fanno venir meno quella freschezza atletica e quella lucidità fondamentali per giocare sempre ad alti livelli. Non vogliamo dire che ne sia la causa, ma se la Juventus prende così tanti gol in questa stagione è anche (de)merito di Chiellini, che ha grosse colpe personali su diverse reti incassate da Buffon (che ha fatto pure la sua parte) da quest’estate ad oggi.

Gli errori di impostazione, con l’avanzare dell’età sono inevitabilmente aumentati, ma quello che più preoccupa è la perdita di quel tempismo e il posizionamento che fin qui sono stati tra i punti di forza di Chiellini. D’altronde, se non hai la spinta sulle gambe e la lucidità mentale, difficilmente riesci a stare dietro a giocatori che hanno gamba, come può essere Cristiano Ronaldo. Ecco perché la Juventus dovrà valutare bene cosa fare di Chiellini da qui al termine della stagione. Non che si tratti di un giocatore al tramonto, ma se davvero si vuole provare a ringiovanire il reparto difensivo (Ogbonna è il primo tassello fin qui neanche venuto tanto bene) non è da escludere il sacrificio dell’ex viola. Secondo voci provenienti dall’Inghilterra, il Barcellona avrebbe fatto un sondaggio per Chiellini proponendo in cambio del cartellino del bianconero qualcosa come 15 milioni di euro. Il Barcellona dopo il Real, che un paio di stagioni orsono avrebbe fatto follie per il centrale della nazionale, ma poi ci fu l’aumento d’ingaggio da parte della Vecchia Signora e l’addio fu scongiurato. Oggi più che mai, un’offerta per Chiellini va valutata attentamente, magari un po’ più ricca dei 15 milioni, anche se non è lecito, purtroppo, attendersi la luna. In estate si è parlato tanto dell’attacco, ma poi scendi in campo e capisci che il vero problema è la difesa e che per quanto puoi lavorarci, il materiale a disposizione è deteriorato e puoi migliorare ben poco.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail