Juventus – Napoli 3-0 | Risultato finale: apre Llorente, nella ripresa i sigilli di Pirlo e Pogba. La Roma a un punto.

La diretta di Juventus – Napoli, tempo reale su calcioblog.it a partire dalle 20:45.

Juventus – Napoli | Le formazioni ufficiali

20:05 – Ecco le formazioni ufficiali di Juventus e Napoli. Come vi avevamo annunciato qualche minuto fa Insigne ha vinto il ballottaggio con Mertens, sarà a lui a partire titolare al fianco di Hamsik e Callejon, Higuain è il terminale offensivo. Nessuna sorpresa dal fronte bianconero, Ogbonna prende il posto dell’infortunato Chiellini, Pogba la spunta su Marchisio, mentre in attacco Llorente viene confermato al fianco di Tevez.

Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Ogbonna; Isla, Vidal, Pirlo, Pogba, Asamoah; Tevez, Llorente.
A disposizione: Storari, Rubinho, Peluso, Motta, Padoin, Marchisio, De Ceglie, Quagliarella, Giovinco.
Allenatore: Conte.

Napoli (4-2-3-1): Reina; Maggio, Fernandez, Albiol, Armero; Inler, Behrami; Callejon, Hamsik, Insigne; Higuain.
A disposizione: Rafael, Colombo, Britos, Cannavaro, Uvini, Dzemaili, Radosevic, Pandev, Zapata, Mertens.
Allenatore: Benitez.

19:50 – Entrambe le squadre sono arrivate allo Stadium, gli spalti iniziano a riempirsi con il settore ospite già pieno. Le ultime notizie parlano di un Insigne favorito su Mertens, sarebbe il piccolo attaccante di Fratta Maggiore il partner di Callejon e Hamsik. A fra poco con le formazioni ufficiali.

17:55 – Ecco, come di consueto, tutte le informazioni per seguire la partita in diretta in tv e in streaming. Sky trasmette la partita sui canali Sport 1 HD e Calcio 1 HD (201 e 251), la telecronaca sarà di Maurizio Compagnoni con il supporto di Beppe Bergomi, a bordo campo ci saranno Veronica Baldaccini, Giovanni Guardalà e Massimo Ugolini. L’emittente satellitare offre l’evento anche in 3D sui canali 209 e 150, in questo caso la telecronaca è di Daniele Barone con il commento tecnico di Roberto Sosa. Mediaset Premium manderà l’incontro sui canali Calcio 1 e Calcio HD (371 e 381), la voce narrante sarà quella di Sandro Piccinini che si avvarrà della collaborazione di Aldo Serena, a bordo campo ci saranno invece Nando Sanvito e Gianni Balzarini. Sia gli abbonati Sky e che quelli Mediaset potranno seguire l’incontro anche attraverso smartphone e tablet grazie alle due applicazioni Sky Go e Premium Play.

10 novembre 2013 – La dodicesima giornata di Serie A si conclude con il posticipo dello Juventus Stadium, Juventus e Napoli si sfideranno e l’obbiettivo per entrambe non può che essere la vittoria. Le due squadre si trovano di fronte dopo le fatiche di Champions League ma di sicuro, vista l’importanza della partita, queste non peseranno né a livello mentale né tanto meno da un punto di vista fisico. Antonio Conte torna in Italia e per l’occasione rispolvera il fidato 3-5-2, una decisione dettata anche dai forfait nel reparto difensivo che sarà orfano dell’infortunato Chiellini e di Caceres, in ritiro con l’Uruguay per lo spareggio mondiale contro la Giordania.

Il tecnico bianconero schiererà davanti a Buffon la classica difesa a tre, insieme a Barzagli e Bonucci guadagna una maglia da titolare Angelo Ogbonna. Le fasce saranno presidiate dalla coppia di ex udinesi Isla e Asamoah, soprattutto per il primo si tratta di un’occasione importante per dimostrare di essere “da Juve”. A centrocampo Pogba la spunta su Marchisio che godrà di un po’ di riposo, sono invece regolarmente al loro posto Pirlo e Vidal e non potrebbe essere altrimenti. C’è infine ancora un attestato di fiducia nei confronti di Llorente che dovrebbe partire dal primo minuto al fianco di Tevez, è ancora in corsa Quagliarella ma pare proprio che alla fine lo spagnolo sarà il preferito di Conte.

Rafa Benitez resta fedele al suo 4-2-3-1, con Higuain, che quest’estate è stato trattato anche dalla Juventus, a fare il punto di riferimento in attacco. Dietro il trio che nelle ultime uscite si è dimostrato micidiale: ci sarà infatti lo spagnolo Callejon, protagonista di un inizio di stagione splendido, Hamsik e Mertens, sempre più spesso preferito a Insigne che anche stasera partirà dalla panchina. La coppia di centrocampo è tutta di marca svizzera, Benitez infatti si affiderà ancora una volta all’intelligenza tattica di Inler e ai polmoni di Behrami. In difesa confermata la coppia Albiol – Fernandez, Britos torna tra i convocati dopo la lussazione alla spalla ma resterà in panchina; gli esterni saranno Maggio e Armero con il solito Reina a difesa della porta.

Juventus – Napoli | Probabili formazioni

JUVENTUS (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Ogbonna; Isla, Vidal, Pirlo, Pogba, Asamoah; Llorente, Tevez.
A disposizione: Storari, Rubinho, Peluso, De Ceglie, Motta, Bouy, Padoin, Marchisio, Quagliarella.
Allenatore: Antonio Conte.
Indisponibili: Chiellini, Vucinic, Lichtsteiner, Pepe.
Squalificati: nessuno.

NAPOLI (4-2-3-1): Reina; Maggio, Albiol, Fernandez, Armero; Inler, Behrami; Callejon, Hamsik, Mertens; Higuain.
A disposizione: Colombo, Cannavaro, Uvini, Bariti, Dzemaili, Radosevic, Pandev, Zapata, Insigne.
Allenatore: Rafa Benitez.
Indisponibili: Zuniga, Britos, Mesto, Rafael.
Squalificati: nessuno.

Arbitro: Rocchi di Firenze (Guardalinee: Di Liberatore, Cariolato; quarto uomo: Padovan; arbitri di porta: Tagliavento e Bergonzi.)

Juventus – Napoli | I precedenti

La sfida tra bianconeri e partenopei è un classico della nostra Serie A, memorabili le sfide degli anni ’80 tra Platini e Maradona con il Napoli che spesso riuscì a conquistare memorabili vittorie a Torino. In generale il bilancio resta favorevole ai padroni di casa che nei 67 precedenti si sono aggiudicati la sfida in 40 occasioni, sono 20 i pareggi contro i 7 successi del Napoli. L’ultima vittoria azzurra è quella in rimonta della stagione 2009/2010, la Juventus si era portata sul 2-0 con i gol di Giovinco e Trezeguet, ma i campani seppero capovolgere il risultato con la doppietta di Hamsik e con la rete decisiva di Datolo. L’anno dopo finì 2-2, mentre hanno vinto i torinesi negli ultimi due campionati. Due anni fa ebbero la meglio con un rotondo 3-0, gol di Bonucci, Vidal e Quagliarella; lo scorso anno è finita 2-0, con la rete del vantaggio di Caceres di testa e un gol meraviglioso, tiro al volo da fuori area, di Paul Pogba.

I Video di Calcioblog