Inter-Milan 1-0 | Telecronache: Tramontana, Recalcati, Crudeli e Pellegatti - Radiocronaca: Repice | Video

Il derby di Milano commentato in diretta dai vari telecronisti

Un derby non certo da ricordare per il gioco visto in campo, fa gioire gli interisti e condanna il Milan all'ennesimo passo falso in campionato. Una magia di Palacio a 5′ dalla fine regala la stracittadina numero 180 all’Inter, mentre i rossoneri devono fare i conti con un altro dato negativo: non vincono un derby dalla Supercoppa italiana del 2011. La squadra di Mazzarri torna alla vittoria dopo quattro gare e regala una grande soddisfazione ad Erik Thohir, al primo derby da presidente nerazzurro. Sono tre punti che consentono ai nerazzurri di restare in scia della zona Champions col Napoli distante cinque lunghezze.

CLICCA QUI PER LA TELECRONACA DI CHRISTIAN RECALCATI

CLICCA QUI PER LA TELECRONACA DI CARLO PELLEGATTI

Malissimo, invece, il Milan che incassa la sesta sconfitta stagionale in campionato e ora deve guardarsi addirittura alle spalle, con al zona retrocessione distante cinque punti. Prima della partita Erick Thohir ha voluto conoscere il vicepresidente e amministratore delegato del Milan, Barbara Galliani, e l'ha invitata in uno degli uffici nerazzurri nella zona spogliatoi del Meazza, per un incontro di circa un quarto d'ora. All'incontro hanno partecipato anche l'a.d. rossonero Adriano Galliani, il direttore organizzativo del Milan Umberto Gandini, il vicepresidente interista Angelomario Moratti e il d.g. nerazzurro Marco Fassone. La soddisfazione di Mazzarri a fine partita:

"Nel primo tempo eravamo molto contratti, anche perché l'assenza di Alvarez ha pesato sui nostri equilibri. Magari ci poteva servire anche un cazzotto per giocare come poi invece abbiamo fatto nella ripresa. Anche oggi sembrava stregata, si faceva sempre l'ultima giocata sbagliata. Non parlo di mercato, ma tanto sapete tutti cosa si è detto appena sono arrivato. Purtroppo abbiamo buttato via tanti punti, almeno 4-5 rispetto a quelli meritati. Dopo essere partiti benissimo, talvolta tornano i retaggi del passato. Anche a Napoli abbiamo lasciato troppi spazi e oggi, senza Ricky, ho pensato di dare più sicurezza essendo un match sentito. Il Milan non poteva pressare per 90' e così nella ripresa ho provato a mettere gente di qualità. Kovacic è entrato alla grande, sta maturando e ha fatto la differenza. Spesso esagerava, ma ora sta bene fisicamente e oggi l'ha fatto al meglio. Crescita importante: uno di talento deve portare punti. Dovesse giocare sempre come oggi, può aiutarci tanto. Il futuro di Guarin? No, son domande da fare alla società. Faremo un punto della situazione, poi altre due gare per chiudere il girone".

La delusione di Allegri:

"La squadra era stanca nel finale, eravamo contati, avevo pochi cambi, Saponara è calato dopo una buona prestazione. Credo che il Milan abbia fatto una buona prima ora, non ho avuto il tempo di inserire Mexes perché il gioco non è stato fermato nell’azione della rete dell’Inter, poi ha fatto un gran gol Palacio e non c’è niente da dire. Mi dispiace che tutte le volte noi subiamo più falli degli avversari, ma finiamo sempre con più ammoniti. Mazzoleni ha fatto una buona partita però c’è stato anche un espulso e vorrei farlo presente. Dispiace perché siamo calati nell’ultimo quarto d’ora e l’Inter ci ha punito. Il calo fisico? Quando dico che le gare si capovolgono nell’ultimo quarto d’ora nessuno mi crede, e ora mi dite che l’Inter ha vinto la partita nel finale. Abbiamo tanti infortunati, l’unica cosa che potevo fare era di inserire Mexes, ma Bonera non stava bene e ho aspettato. Kakà? Ha fatto una buona partita, come tutta la squadra. Noi non possiamo dominare per 90 minuti, potevamo essere più fortunati e più bravi nel primo tempo. Balotelli ha fatto bene, gli franano addosso e sta zitto quindi credo il Milan abbia fatto un buon lavoro anche per la Nazionale. Quando saremo al completo, con l’arrivo di Rami, quello di Honda potremmo fare meglio. Quanto alle voci sul mio futuro, lavoro serenamente e tranquillamente, ho degli obiettivi importanti da raggiungere come qualificarci ai quarti di Champions, la Coppa Italia, poi non so dove possiamo arrivare perché la Juventus sta facendo qualcosa di incredibile”.

Inter - Milan 1-0 | La fotogallery

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: