Rassegna stampa 15 gennaio 2014: prime pagine di Gazzetta, Corriere e Tuttosport

I titoli delle prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi, 15 gennaio 2014

La Gazzetta dello Sport apre la sua edizione odierna spiegando come sarà il Milan di Seedorf, che arriverà oggi a Milanello. L’olandese predilige il 4-3-1-2; Van Basten dubbioso: “Serviva uno più esperto”. Nel taglio basso il modello Bayern della Juventus, che intanto cerca di acquistare Cerci, mentre il patron del Torino, Cairo, assicura che il calciatore “non ha prezzo”. Spazio poi al sondaggio sul girone d’andata della Serie A: gli italiani bocciano il Milan, giudicano Tevez l’affare e Berardi il talento, mentre la Juve si becca un bel 8,5. Nella spalla i colpi della Fiorentina a costo zero (prestiti): Anderson e Matri. Quindi il contatto tra Inter e Hernanes, sebbene in casa nerazzurra tutto dipenda da Guarin. Ancora news di mercato: Antonelli e Criscito alla Roma, Jorginho verso il Napoli. Quindi la festa del Real Madrid per il Pallone d’Oro a Cristiano Ronaldo. Nel taglio basso la sfida di Coppa Italia tra Milan e Lo Spezia con Tassotti sulla panchina rossonera.

Il Corriere dello Sport titola “Jorginho a Napoli, Matri a Firenze, due colpi infiammano il mercato”. Centralmente vengono spiegati i due affari; in particolare l’attaccante ex Milan firmerà oggi e domenica potrà già scendere in campo. Nella spalla l’arrivo di Seedorf a Milanello, dove l’olandese intende riportare ordine. Più in basso il successo della Lazio in Coppa Italia e il ritorno in campo di Hamsik nel Napoli. Infine lo sfogo di Ribery: “Cosa devo fare per vincere il Pallone d’Oro?”.

Tuttosport titola “Iturbe, Juve-Roma continua” per spiegare che sull’attaccante del Verona ci sono i due club: in particolare c’è stato un incontro tra Marotta e il ds del Verona. Nel taglio alto le promesse di Seedorf alla vigilia del suo approdo a Milanello; nella spalla il dossier preparato dall’Inter sui torti arbitrali subiti. Quindi la precisazione di Cairo sulla possibilità che Cerci passi alla Juve. Nel taglio basso i colpi viola: Matri, Anderson e pure Rosati. Infine, la doppietta di Perea che spinge la Lazio in Coppa Italia.