Milan – Parma 2-4: rossoneri contestati duramente prima, durante e dopo la partita

Dura contestazione dei tifosi del Milan prima, durante e al termine della disfatta casalinga contro il Parma

20.00 Secondo quanto riferito da Gianluca Di Marzio di Sky Sport il colloquio tra tifosi del Milan, dirigenti e giocatori sarebeb stato molto cordiale e sereno. Mario Balotelli avrebbe chiesto scusa a tutti promettendo maggiore impegno da qui a fine stagione. A Galliani, i sostienutori hanno chiesto meno acquisti a parametro zero.

Milan – Parma, rossoneri duramente contestati. I tifosi della Curva sud Milano avevano promesso la contestazione e contestazione è stata. Dopo il duro comunicato stampa diramato qualche giorno fa, con il quale il tifo organizzato dava appuntamento a tutti i sostenitori del Milan per farsi sentire soprattutto contro Adriano Galliani e alcuni giocatori, su tutti Mario Balotelli. Prima della gara, alcune centinaia di tifosi del ‘Diavolo’ si sono trovati davanti ai box di San Siro intonando cori pesantissimi all’indirizzo dell’amministratore delegato e dei giocatori: “Siete una squadra di m…”, “Indegni”, “Uscite a mezzanotte”, tra i cori più intonati.

La tensione è aumentata quando il pullman del Milan, per evitare il corteo dei facinorosi ha optato per una strada secondaria. “Non hanno avuto le palle di passare davanti. Sono passati dietro”, ha detto uno degli esponenti del tifo organizzato del Milan. La contestazione è proseguita all’interno dello stadio nel pre-partita: il riscaldamento è avvenuto in una sorta di silenzio assordante, interrotto di tanto in tanto da qualche insulto a Balotelli, che per replicare ha sparacchiato due palloni in tribuna. Intanto, Galliani si soffermava ai microfoni di Sky:

“La contestazione fa male perché va ricordato tutto il percorso di questo Milan. Abbiamo fatto per 15 volte le Coppe, per 13 la Champions. E’ capitato a tutte di star fuori dall’Europa, speriamo non accada ma ci rifaremo l’anno prossimo”, ha detto l’ad del ‘Diavolo’.

Comincia la partita e la contestazione continua: bersagli preferiti ancora Adriano Galliani, Mario Balotelli e Mino Raiola. Tutti e tre sono stati invitati “gentilmente” a stare lontani dal Milan. Nel corso della gara c’è in realtà un po’ di disgelo, soprattutto dopo la rimonta da 0-2 a 2-2, ma i gol del Parma hanno nuovamente rigettato tutti nello sconforto facendo risalire la rabbia. Subito dopo il fischio finale, molti tifosi si sono subito catapultati davanti al tunnel di uscita di San Siro. La situazione, a parte i beceri cori, è stata comunque abbastanza tranquilla e un gruppo di rappresentanti del tifo organizzato rossonero sono stati fatti entrare dalle forze dell’ordine per parlare con una delegazione del Milan capitanata da Adriano Galliani. Siglata la tregua?