Turris, calciatori aggrediti dai tifosi prima dell’allenamento

I giocatori sono stati presi a colpi di cintura e calci prima dell’allenamento

Vincono da 6 turni consecutivi ma vengono aggrediti dai propri tifosi. Questo è quanto di incredibile avvenuto a Torre del Greco, in provincia di Napoli, poche ore fa. I giocatori della Turris-Neapolis, squadra che milita nel girone H della serie D di calcio, – sono stati aggrediti a colpi di cintura e calci prima dell’allenamento, che quindi è saltato. Tutto questo è accaduto a due giorni dalla trasferta, in programma domani, contro il San Severo, in Puglia; una partita molto importante visto che in caso di vittoria la Turris potrebbe balzare al primo posto in classifica (sfruttando un turno di riposo del Taranto, capolista).

I dirigenti della società campana hanno sporto denuncia alla Polizia e hanno fatto sapere che i calciatori sono sotto choc. Il direttore sportivo Franco Mango all’Ansa ha raccontato:

Ci hanno aggredito con cinture e calci e ci hanno costretto a rientrare negli spogliatoi. Qualche calciatore è stato colpito, per fortuna nessuno ha dovuto fare ricorso alle cure mediche ma tutti i ragazzi sono sotto shock.

Da tempo c’è tensione tra il club e i tifosi, anche se la squadra sul campo nell’ultimo periodo ha ottenuto risultati molto positivi, lottando per la promozione in Lega Pro. Secondo indiscrezioni i supporter sarebbero arrabbiati con la società perché avrebbe intenzione di lasciare la città una volta conquistata la promozione. Resta però inspiegabile il perché questa protesta – violenta e incivile – abbia coinvolto i calciatori, in questo senso senza colpe.

A inizio marzo, dopo il pareggio in trasferta col Real Metapontino, alcuni tifosi avevano fatto sfilare le maglie ai giocatori della Turris in segno di contestazione per la loro prestazione. Da quel momento in poi, però, i biancorossi hanno sempre vinto. Mango ha aggiunto:

Forse non sono contenti dei risultati. Di certo queste quattro persone hanno un peso specifico superiore rispetto al resto della città che ci ha sempre sostenuto. Non metteremo più piede a Torre del Greco.

Il presidente del club Mario Moxedano (nel video in apertura un blob a lui dedicato), ex socio del Napoli degli anni 90, in passato ha avuto problemi a Torre Annunziata e a Frattamaggiore. Ora il titolo sportivo del Neapolis lascerà Torre del Greco per trasferirsi dove?