Sassuolo-Juventus, Conte risponde a Garcia: “Dichiarazioni provinciali”

L’allenatore dei campioni d’Italia Conte arrabbiato con il tecnico della Roma Garcia: “Scarso rispetto verso gli altri allenatori, le altre società e gli altri tifosi”.

Una conferenza stampa con sguardo sul grave lutto che ha colpito il mondo del calcio, la morte di Tito Vilanova, per Antonio Conte, alla vigilia di Sassuolo-Juventus: “Vorrei ricordare Tito Vilanova, non solo un grande allenatore, ma un esempio di grande forza, coraggio e dignità. Alla sua famiglia va il mio più profondo affetto”.

C’è il campionato, ancora da vincere, che incombe con il posticipo di domani sera a Reggio Emilia contro il Sassuolo e Conte precisa: “E’ una partita fondamentale. Vincendo metteremmo le mani sullo scudetto. Non sarà facile perché affronteremo una squadra in piena lotta per la salvezza, ma cercheremo di avvicinarci al nostro obiettivo primario”. C’è il solito sospetto, tirato fuori da Rudi Garcia sullo scarso impegno degli avversari che affrontano i bianconeri: “Questa dichiarazioni mi sorprendono. Le trovo provinciali, come quelle rilasciate qualche tempo fa sui presunti aiutini del quali avremmo goduto. Si possono annoverare tra le chiacchiere da bar”.

Anche perché “non credo che le squadre del campionato italiano avessero bisogno di Garcia per trovare nuovi stimoli quando ci affrontano: sono tre anni che siamo protagonisti e chiunque giochi contro di noi fa la partita della vita. Sicuramente credo che le parole dell’allenatore della Roma rappresentino anche una mancanza di rispetto nei confronti dei tecnici che scelgono la formazione, delle società che investono per centrare i proprio obiettivi e dei tifosi. Non credo, per esempio, che quelli del Livorno possano arrivare allo Juventus Stadium e pensare che la propria squadra non si impegni contro di noi”.

Si può quindi parlare degli illustri infortunati di Madama: Vidal ieri ha svolto un lavoro differenziato e oggi dovrebbe allenarsi con la squadra. Io penso che sia prossimo al rientro. I medici della Nazionale cilena sono sempre in contatto con la nostra equipe. I rapporti sono ottimi. L’obiettivo comunque è far stare bene il calciatore. Per noi è un patrimonio, così come per la Nazionale. Non è il caso di essere allarmati, ma detto questo è la Juventus a pagargli lo stipendio, quindi al limite dovremmo essere noi a preoccuparci”.

Barzagli: “Sta vivendo una stagione tormentata, ma per fortuna abbiamo Caceres che sta giocando alla grande. Tevez? Ha avuto qualche problema, ma è gestito ottimamente dallo staff medico e ora sta bene. E quando l’aria si fa calda, uno come lui ci deve essere”. Conte torna “sui giorni esaltanti che stiamo vivendo. Non ci era ancora capitato di arrivare a questo punto della stagione ancora impegnati su più fronti, ma è per questo che lavoriamo. La Juve deve tornare a competere per tutti gli obiettivi fino alla fine. Ce l’abbiamo fatta in tre anni e ora avremo bisogno dei nostri tifosi, sia a Reggio Emilia sia giovedì contro il Benfica. Con il loro sostegno, tutto sarà più facile”.

Ultime notizie su Allenatori

Tutto su Allenatori →