Siviglia – Benfica 4-2 d.c.r. | Risultato finale | Trionfano gli spagnoli, decisivi gli errori dal dischetto di Cardoso e Rodrigo

La diretta della finale di Europa League dello Juventus Stadium, Siviglia – Benfica in tempo reale a partire dalle 20:45.

Siviglia – Benfica | Formazioni ufficiali

SIVIGLIA (4-2-3-1): Beto; Coke, Pareja, Fazio, Moreno; Mbia, Carriço; Reyes, Rakitic, Vitolo; Bacca.
A disposizione: Varas, Figueiras, Navarro, Marin, Iborra, Trochowski, Gameiro.
Allenatore: Emery.

BENFICA (4-3-3): Oblak; Maxi Pereira, Luisao, Garay, Siqueira; Amorim, André Gomes, Gaitan; Sulejmani, Lima, Rodrigo.
A disposizione: Artur, Vitoria, Jardel, Almeida, Djuricic, Cavaleiro, Cardoso.
Allenatore: Jesus.

Siviglia – Benfica | Come vederla in tv e streaming

La finale di Europa League che si giocherà stasera a Torino sarà trasmessa da Mediaset sia sulla sua piattaforma Premium che in chiaro su Italia 1. La telecronaca sarà di Pieluigi Pardo in compagnia di Roberto Cravero, a bordo campo ci saranno Carlo Landoni, Irma D’Alessandro e Fabrizio Ferrero. Gli abbonati Premium dovranno collegarsi ai canali Calcio e Calcio HD (370 e 381), la serata avrà inizio alle 19:30 con lo studio di Micaela Calcagno. Programma simile anche per Sky che aprirà lo speciale sempre alle 19:30, da Torino presenteranno la gara Marco Cattaneo, Stefano De Grandis, Alessandro Costacurta e Daniele Adani, alle 20:45 inizierà la diretta in compagnia di Riccardo Trevisani e Luca Marchegiani, sui canali Sport 1 HD, SuperCalcio HD e Calcio 1 HD (201, 204 e 251).
Per seguire la partita in streaming è possibile collegarsi al sito www.video.mediaset.it che offre le immagini della partita a tutti in modo gratuito, altrimenti sarà possibile utilizzare computer, smartphone e tablet con le solite applicazione: Premium Play e Sky Go.

[iframe width=”620″ height=”349″ src=”//www.youtube.com/embed/dr5LOk4HYeY” frameborder=”0″]

Si giocherà stasera allo Juventus Stadium la finalissima di Europa League, quella a cui tanto avrebbe voluto partecipare la squadra bianconera allenata da Conte. A trovarsi di fronte invece saranno il Benfica, che in semifinale ha avuto la meglio proprio dell’italiana, e il Siviglia che ha dovuto invece eliminare il Valencia nel derby spagnolo. Sulla carta i favoriti sembrerebbero i portoghesi, già in finale lo scorso anno e poi sconfitti dal Chelsea, non vogliono mancare l’appuntamento con la storia dopo ben sette finali europee perse, con l’ultimo successo che si perde nel lontano 1962. Ma non sarà facile riuscire in questa impresa perché di fronte ci sarà un avversario esperto come quello andaluso, vincitore delle edizioni 2005/2006 e 2006/2007 quando sulla panchina c’era Juande Ramos.

Per arrivare in finale il Siviglia ha dovuto affrontare un percorso lunghissimo, iniziato addirittura lo scorso 1 agosto con il terzo turno preliminare contro il Mladost Pdogorica, da allora i biancorossi hanno giocato ben 18 partite. Dopo aver superato la fase a gironi hanno avuto la meglio sul Maribor ai sedicesimi, mentre hanno dovuto sudare di più agli ottavi quando si sono trovati di fronte i concittadini del Betis, i biancoverdi retrocessi in campionato si sono arresi solo ai calci di rigore dopo aver vinto l’andata per 2-0. Ai quarti hanno sfidato un’altra portoghese, il Porto, rispondendo con un 4-1 all’1-0 incassato al Dragao. Arriviamo così alle semifinali dove la squadra di Emery si è ritrovata a dover giocare un altro derby, contro il Valencia questa volta. Dopo aver vinto 2-0 in casa, il Siviglia si ritrova sotto per 3-0 al Mestalla, ma al 94′ arriva il gol di Mbia che regala la finale ai biancorossi.

Diverso il cammino del Benfica che è arrivato in Europa League dopo aver concluso da terza il girone di Champions League, a pari punti con l’Olympiacos ma dietro negli scontri diretti. Ironia della sorte i portoghesi ai sedicesimi affrontano un’altra greca, il PAOK, un ostacolo di poco conto, quattro gol fatti e nessuno subito nel doppio confronto. Più impegnativi gli ottavi con il Tottenham ma la squadra di Jorge Jesus va a vincere 3-1 a Londra archiviando di fatto la pratica, al ritorno al Da Luz finisce 2-2. Facili anche i quarti di finale contro l’AZ che portano le Aquile in semifinale contro la favorita Juventus. All’andata i portoghesi vincono 2-1, con Lima che riporta in vantaggio i suoi, dopo il pareggio di Tevez, a pochi minuti dalla fine, un gol che risulterà decisivo sette giorni più tardi quando il Benfica riuscirà ad imporre lo 0-0 a Torino.

Siviglia – Benfica | Probabili formazioni

I maggiori problemi di formazione li ha sicuramente Jorge Jesus che deve rinunciare a tre pedine molto importanti per squalifica, mancheranno infatti Enzo Perez, Eduardo Salvio e Lazar Markovic, mentre Emery deve rinunciare al solo Jairo Samperio. Ma il club spagnolo deve fare i conti con gli infortuni, Gameiro e Vitolo non sono al top e per questo non è detto che questa sera possano dare il loro contributo. In attacco per il Siviglia ci sarà Bacca, nell’undici titolare non mancherà ovviamente il capitano Rakitic e l’eroe di Valencia Mbia. Il Benfica risponde con Lima, ma la cosa più importante è che sarà regolarmente al suo posto Luisao, il centrale difensivo è il vero pilastro di questa squadra.

SIVIGLIA (4-2-3-1): Beto; Coke, Fazio, Pareja, Navarro; Carrico, Mbia; Reyes, Rakitic, Vitolo; Bacca.
A disposizione: Varas, Figueiras, Moreno, Marin, Iborra, Gameiro, Fernande.
Allenatore: Emery.

BENFICA (4-2-3-1): Artur; Maxi Pereira, Luisao, Garay, Siqueira; Gomes, Amorim; Sulejmani, Rodrigo, Gaitan; Lima.
A disposizione: Oblak, Almeida, Silvio, Fejsa, Djuricic, Cardozo, Mori.
Allenatore: Jesus.

Arbitro: Brych (Germania) – Guardalinee Mark Borsch (Germania) e Stefan Lupp (Germania), quarto uomo Milorad Mazic (Serbia), arbitri di porta Tobias Welz (Germania) e Bastian Dankert(Germania)

I Video di Calcioblog

LiVe CGR Italo Zanzi firma autografi al Nike Store Austria2014

Ultime notizie su Europa League

Tutto su Europa League →