Balotelli “negro di m….” a Coverciano: “Solo a Roma e a Firenze succedono queste cose”

Insulti razzisti a Balotelli durante l’allenamento della Nazionale a Coverciano. Intervengono i carabinieri.

Durante l’allenamento di questa mattina della Nazionale italiana, brutto episodio di razzismo ai danni di Mario Balotelli. Un gruppo di ragazzi, fuori dal campo di allenamento del centro tecnico federale di Coverciano, ha infatti intonato alcuni cori e, uno di loro, ha urlato all’attaccante del Milan: “Negro di m….”.

Il giocatore è riuscito a mantenere la calma, ma è apparso visibilmente contrariato e si è lasciato scappare un commento che non è passato inosservato: “Incredibile, solo a Roma e a Firenze succedono queste cose”. Nel frattempo, fuori dal centro tecnico, sono intervenuti i carabinieri per riportare la calma. Va detto, altresì, che è successa anche una cosa molto bella al Balo.

Ci sono stati infatti, per lui, anche molti applausi. Specialmente quelli da parte di un gruppo di bambini che erano ospiti all’allenamento azzurro. Appena i 30 di Cesare Prandelli è uscito sul terreno di gioco per cominciare la seduta, i ragazzini sono corsi tutti sulla balconata e l’unico giocatore che acclamavano era proprio l’attaccante bresciano.

Chissà se questo episodio avrà lenito un po’ la rabbia del giocatore. Che spesso viene insultato in Italia per il colore della pelle. Ma se, talvolta, si può parzialmente giustificare l’insulto pensando che più che altro i tifosi lo vedono come un avversario temibile, in questo caso l’unica giustificazione è l’ignoranza. La poca cultura sportiva e non che c’è nel nostro Paese.