Il Milan aveva cercato Jorge Jesus: "Offerta non entusiasmante, meglio il Benfica"

In un'intervista l'allenatore svela di aver ricevuto e rifiutato un'offerta dai rossoneri.

Alla fine della stagione il Milan ha avuto una sola certezza, aveva bisogno di cercare il sostituto di Clarence Seedorf. Così Galliani si è messo a scandagliare il mercato per individuare il profilo giusto per la panchina rossonera. La finale di Coppa Uefa deve essere stata una grande ispirazione visto che nei giorni scorsi sono stati contattati sia l'allenatore del Siviglia, Unai Emery, che quello del Benfica, il focoso Jorge Jesus. Gli spagnoli hanno risposto di non essere interessati a cedere il loro tecnico, oggi in un'intervista il portoghese ha spiegato, in maniera anche abbastanza diretta, di non essere interessato ad un trasferimento in Italia. A questo punto sembra proprio che l'unica strada percorribile sia quella che porta a Pippo Inzaghi.

Le parole usate da Jorge Jesus, intervistato per Benfica TV, non devono far piacere ai tifosi del Milan, l'allenatore dice abbastanza chiaramente di aver snobbato l'interessamento del club milanese, ritenendo più opportuno restare alla guida delle Aquile fresco vincitore del campionato portoghese:

Non mi ha entusiasmato granché, e questo di solito succede quando hai qualcosa di meglio... Ho capito di allenare un grande club come il Benfica e non mi è mai passato per la mente di andare via. Sarei potuto andare in un club che mi offriva maggiore stabilità finanziaria, ma nella mia carriera di allenatore non mi sono mai spostato per soldi. Il Benfica è un grandissimo club e negli ultimi anni ha ottenuto risultati eccellenti anche in Europa.

jorgejesus-no-milan

Jorge Jesus ha ancora un anno di contratto con la squadra di Lisbona, l'attuale data di scadenza è giugno 2015, a questo punto è abbastanza facile intuire che il club gli proporrà un prolungamento. Il matrimonio fino ad ora è stato abbastanza proficuo. Arrivato alla guida del Benfica nel 2009 ha vinto subito il primo campionato e la Coppa di Lega portoghese, trofeo che conquisterà per tre anni di fila. L'anno scorso il finale di stagione è stato disastroso, le Aquile hanno perso campionato, coppa e Europa League dopo essere arrivati all'atto finale. Quest'anno il riscatto con la tripletta: campionato, Coppa di Lega e Coppa di Portogallo. Peccato solo per l'ennesima finale persa in Europa, la vittoria a Torino avrebbe reso leggendario il 2013/2014 del Benfica.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail