Argentina-Bosnia 2-1 | Risultato Finale Mondiali Brasile 2014 | Messi maluccio, ma segna

Argentina – Bosnia 2-1, risultato finale: prima un autorete, poi il golasso di Messi che si sveglia tardi, ma si esalta al Maracana. Ibisevic accorcia a cinque minuti dalla fine.

di

Mondiali 2014 – Girone F
LIVE

Argentina

Kolasinac (aut) 3′
Messi 65′

21

Bosnia

84′ Ibisevic

  • Mezzora al calcio d’inizio di Argentina – Bosnia!


  • Le squadre si apprestano ad entrare in campo.

  • In corso l’esecuzione degli inni nazionali che stavolta “non salta” per problemi tecnici come accaduto in Francia – Honduras.


  • 1′

    Partiti!!!


  • 2′

    La prima iniziativa di Messi, non si capisce con Aguero sul passaggio profondo. Possesso palla Argentina, Bosnia compatta dietro.


  • 3′

    Autogol Kolasinac!!


  • 3′

    La sfortunata deviazione di Kolasinac che manda in rete con il ginocchio la punizione battuta dalla sinistra da Messi.


  • 5′

    Difficile pensare ad una partenza peggiore per l’esordiente Bosnia, sotto dopo appena 3 minuti contro l’Argentina.


  • 7′

    La Bosnia abbozza una reazione, la combinazione Lulic – Kolasinac non va a buon fine.


  • 9′

    L’Argentina si difende anche con il suo tridente, Messi – Aguero – Di Maria dietro la linea della palla quando la Bosnia cerca di ripartire.


  • 12′

    Occasione Bosnia! Lancio lungo di Misimovic, Romero costretto ad uscire di pugno per anticipare Hajrovic.


  • 13′

    Misimovic, il più positivo dei suoi, guadagna un calcio di punizione dal limite che Pjanic calcia sulla barriera.


  • 16′

    Ora la Bosnia sembra aver subito lo shock iniziale, Messi parte molto lontano dalla porta, fino ad ora non è riuscito a sfondare.


  • 17′

    Iniziativa di Messi che entra in area in posizione defilata ma viene fermato da Spahic.


  • 19′

    Tackle durissimo di Kolasinac che chiude in fallo laterale Zabaleta. Ruvido ma efficace.


  • 20′

    Messi in area si trova circondato da tre avversari che riescono a chiuderlo. Pericolo per la Bosnia.


  • 24′

    Misimovic per Dzeko, sponda per Lulic che si attarda, il suo tiro è ribattuto.


  • 25′

    Ammonito Rojo, entrata frontale ma decisamente scorretta e calcio di punizione per la Bosnia dalla trequarti.


  • 27′

    Ora stabilmente nella metà campo dell’Argentina, la Bosnia ci prova, lente le ripartenze dell’Albiceleste.


  • 28′

    Lulic fermato in fuorigioco, giusta la chiamata del guardalinee.


  • 30′

    Primo “vero” tiro in porta dell’Argentina, è Mascherano a provarci, ma la conclusione è centrale e Begovic respinge.


  • 32′

    Dzeko un po’ egoista, non allarga su Lulic e prova a calciare dal limite dell’area in equilibrio precario. Palla alta.


  • 34′

    Pjanic costretto al fallo su Campagnaro che riparte, ancora non in partita il talento giallorosso.


  • 36′

    Scontro fra “teste” con Bicakcic e Aguero protagonisti, rientrano in campo senza problemi dopo le cure del caso.


  • 39′

    Primo tempo che dopo la fiammata iniziale avrebbe un punteggio decisamente più veritiero se fosse in parità.


  • 40′

    Romero neutralizza un bel colpo di testa di Lulic! Occasione Bosnia!


  • 43′

    Break di Di Maria che trova il numero a metà campo e dà un pallone a Messi che ha finalmente un po’ di spazio, la pulce se la gioca nel modo giusto, ma la difesa bosniaca si salva liberando in affanno.


  • 45′

    1 minuto di recupero.


  • 45’+1

    Termina il primo tempo. 1 a 0 Argentina, soltanto l’autorete di Kolasinac. Bruttina e fortuna, per ora, la squadra di Sabella.


  • 46′

    Inizia il secondo tempo, vedremo se l’Argentina farà una migliore impressione rispetto alla prima frazione.


  • 46′

    Anche Sabella non era troppo contento dei suoi e parte con un doppio cambio. Fuori Maxi Rodriguez e dentro Gago.


  • 46′

    …e Campagnaro per Higuain.


  • 48′

    Fernandez stende Dzeko, intervento ruvido, per l’arbitro è calcio di punizione.


  • 49′

    Calcia Hajrovic, Romero riesce a bloccare.


  • 50′

    In questi primi 5 minuti il cambio di modulo di Sabella non ha portato frutti, ancora più Bosnia che Argentina, nonostante il vantaggio.


  • 53′

    Ancora un tiro di Hajrovic, a giro con il sinistro, ancora Romero pronto.


  • 54′

    Messi apre per Aguero che prova a calciare di prima con il destro, il pallone finisce altissimo.


  • 58′

    Hajrovic mette in mezzo dalla destra, Fernandez anticipa tutti (anche il suo portiere) allontanando di testa il cross,


  • 60′

    Ancora Messi che non calcia ma allarga per Aguero che stavolta colpisce meglio, ma è un tiro facile per il portiere bosniaco.


  • 62′

    Brutto fallo di Spahic su Aguero, inevitabile il giallo.


  • 64′

    Messi calcia la punizione in maniera pessima. Partita bruttina sin qui del numero 10.


  • 65′

    MESSI!!! ECCOLA LA PULCE! GOL ARGENTINA!!!


  • 66′

    Il lampo della Pulce che penetra centralmente, si sposta il pallone sul sinistro e la mette sul palo-gol. Raddoppio Argentina.


  • 68′

    Cambio Bosnia: fuori Mujdza dentro Ibisevic


  • 74′

    Altro cambio Bosnia che le prova tutte, fuori Misimovic dentro Medunjanin,


  • 75′

    Ora l’Argentina non impressiona, ma il lampo di Messi ha dato fiducia a tutta la squadra e la differenza si vede.


  • 76′

    Aguero sfida da solo il povero Kolasinac, arriva al limite dell’area, ma calcia fuori.


  • 80′

    La Bosnia sembra essersi arresa, ora l’Argentina tiene i ritmi lenti e gioca sul velluto.


  • 84′

    GOOOL BOSNIA!! IBISEVIC!!


  • 85′

    L’Argentina si rilassa, errore difensivo collettivo con Lulic che pesca Ibisevic, conclusione morbida, Romero se la fa passare sotto le gambe. 5 Minuti di speranza per gli esordienti.


  • 88′

    Terzo cambio Argentina, fuori Aguero dentro Biglia.


  • 90′

    Tre di recupero.


  • 90’+2

    Messi calcia sull’esterno della rete un’occasione che avrebbe potuto arrotondare il punteggio.


  • 90’+3

    Triplice fischio finale! L’Argentina non incanta ma vince 2-1, a segno Messi.

23.25 – Poco più di mezz’ora al match fra Argentina e Bosnia ed ecco le formazioni ufficiali. Scelte sorprendenti di Sabella che esclude sia Higuain che Palacio dall’undici iniziale ed inserisce Campagnaro in più in difesa con Maxi Rodriguez a centrocampo al posto di Gago. L’idea è chiaramente quella di evitare rischi e di puntare sull’attacco molto tecnico e senza “9” con Messi – Di Maria – Aguero

Argentina-Bosnia | Le formazioni ufficiali

ARGENTINA (3-4-3): Romero, Zabaleta, Garay, Campagnaro, Fernandez, Rojo, Mascherano, Rodriguez, Di Maria, Messi, Aguero

BOSNIA (4-2-3-1): Begovic, Bicakcic, Spahic, Kolasinac, Besic, Pjanic, Misimovic, Mujdza, Lulic, Hajrovic, Dzeko. All: Susic.

Argentina – Bosnia | La prima partita di Messi ai Mondiali

Argentina – Bosnia. E’ finalmente ora del secondo debutto più atteso di questo Mondiale brasiliano dopo quello nella gara inaugurale dei padroni di casa scendono in campo gli altri superfavoriti. La nazionale di Sabella punta forte sui suoi assi per strappare la Coppa del Mondo e riuscire a vincerla negli stadi dei rivali di sempre sarebbe una doppia soddisfazione. Per Lionel Messi, d’altra parte, è giunto il momento di seguire le orme del suo precursore, anzi è già “in ritardo” di un anno.

Diego Armando Maradona vinse il suo mondiale, trascinando l’Argentina con magie come “il gol più bello della storia del calcio” e la sua “mano de dios” contro l’Inghilterra, a 26 anni. Messi ha già 27 anni, questa è la sua occasione, e il 10 del Barcellona reduce da una stagione non esaltante, per i suoi standard, potrebbe essersi risparmiato proprio in ottica mondiale. Almeno così sostiene parte della critica maligna nei suoi confronti, l’altra metà ritiene che abbia perso lo smalto che lo rendeva di gran lunga il miglior calciatore al mondo fino ad un paio di stagioni fa.

Contro l’Argentina, in questo match che apre il Gruppo F, ci sarà l’esordiente Bosnia Erzegovina che può contare su un collettivo solido (basta guardare i risultati delle qualificazioni) e su un paio di giocatori di livello internazionali: il romanista Miralem Pjanic e la punta del Manchester City Edin Dzeko. Sulla carta non c’è partita, ovviamente, l’Argentina che non conta su Carlitos Tevez (noto il suo rapporto difficile con Sabella) ha un potenziale offensivo impressionante. Il già citato Messi, Gonzalo Higuain, El Kun Aguero e Di Maria. Ed in panchina c’è gente come Rodrigo Palacio.

Roba da far tremare qualsiasi difesa, anche se è proprio il reparto arretrato ad apparire il punto debole dell’Albiceleste con Fernandez e Garay (in alternativa Demichelis) al centro e Zabaleta – Rojo nel ruolo di terzini. D’altronde l’obiettivo dell’allievo di Passarella è quello di sfruttare i suoi attaccanti al massimo, non prendere gol è secondario se hai in campo contemporaneamente 4 giocatori che hanno nel repertorio colpi straordinari e un gran fiuto del gol.

Fin qui i ragionamenti a bocce ferme sulle formazioni perché in realtà Sabella è impegnato in una feroce pretattica e con i giornalisti si è rifugiato dietro un “devo ancora decidere” che non sembra credibile. Realisticamente gli unici dubbi potrebbero essere proprio in avanti, possibile ballottaggio Higuain – Palacio con l’attaccante del Napoli decisamente favorito, ma anche a centrocampo con Maxi Rodriguez che insidia il posto da titolare di Gago.

Nella Bosnia invece Susic deve valutare l’inserimento dall’inizio di Ibisevic al posto del previsto Besic, il trentenne attaccante dello Stoccarda, che gli consentirebbe di passare dal 4-2-3-1 al 4-3-1-2 con un maggior supporto per Edin Dzeko, unico veramente sicuro della sua maglia da titolare.

La diretta del match sarà su questa pagina a partire da mezzanotte, vi forniremo prima possibile le formazioni ufficiali.

Argentina-Bosnia | Le probabili formazioni

ARGENTINA (4-3-3): Romero; Zabaleta, Fernandez, Garay, Rojo; Gago, Mascherano, Di Maria; Messi, Higuain, Aguero. All: Sabella.

BOSNIA (4-2-3-1): Begovic; Mujdza, Spahic, Bicakcic, Kolasinac; Besic, Medunjanin; Pjanic, Misimovic, Lulic; Dzeko. All: Susic.

I Video di Calcioblog

Ultime notizie su Campionati Mondiali

Tutto su Campionati Mondiali →