Russia, Capello litiga col giornalista: “Bugiardo!”

Fabio Capello torna a far parlare di sé ai Mondiali di Brasile 2014. Dopo aver pubblicamente ammesso di aver vietato i social network ai suoi calciatori per tutta la durata della Coppa del Mondo, il commissario tecnico della Russia si conferma uno tosto e non lesina lo scontro diretto con la stampa. Così, alla vigilia del secondo impegno della sua nazionale contro il Belgio, Capello ha litigato con un giornalista, al quale ha dato senza tanti giri di parole del bugiardo. "Dovete scrivere la verità: dovete finirla con le falsità", ha ‘caricato’ ancora il ct italiano, che ancora una volta ha confermato di aver scarso feeling con i media. Così come faceva ai tempi in cui allenava i club, o quando era ct dell’Inghilterra, Capello vuole isolare il gruppo dall’esterno e non tollera mediazioni con i giornalisti.

Ma perché tanto livore? Un giornalista russo, durante la conferenza stampa di ieri, ha ricordato a Capello che al termine del deludente pareggio con la Corea del Sud (1-1 il risultato finale), i giocatori non si sono recati sotto la curva per salutare i tanti tifosi russi presenti sugli spalti. Il cronista ha parlato chiaramente di "mancanza di rispetto verso il popolo russo", soprattutto perché giunta al termine di una gara giocata molto al di sotto delle aspettative. Capello, al quale non erano già andate giù le critiche dei giorni scorsi, a quel punto è esploso.

FBL-WC-2014-RUS-PRESSER

Dopo aver replicato stizzito al giornalista in questione (“Lei è un bugiardo”), Capello ha allargato il raggio e se l’è presa più in generale con tutta la stampa:

"Ero in mezzo al campo a fine partita: i miei giocatori hanno salutato i tifosi. Tutti in Russia sanno che stai mentendo: dite la verità, per favore".

Un siparietto che non farà di certo allentare la tensione e soprattutto la pressione sulla nazionale: tutti in patria si aspettano di più rispetto a quanto visto contro la corea del Sud. Se la federazione russa ha scelto di fare un investimento importante per mettere sotto contratto Capello, è perché vuole avere un ritorno in termini di risultati e di gioco. Con il Belgio, la possibilità di invertire la rotta.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail