Nuova Italia: ipotesi Ulivieri traghettatore, poi Allegri

A scegliere il nuovo CT della nazionale italiana di calcio sarà il prossimo presidente della Figc. Lo ha confermato ieri il presidente del Coni, Giovanni Malagò, ma i tempi sono ristretti e potrebbe essere necessaria una soluzione “ponte”. Prima che venga eletto il nuovo presidente federale, infatti, la nazionale italiana di calcio dovrà affrontare gli impegni di qualificazione europea, ragion per cui potrebbe essere necessario l’incarico ad un traghettatore. Il nome? Renzo Ulivieri, attuale presidente dell'Associazione Italiana Allenatore Calcio.

L’Italia farà il suo esordio alle qualificazioni europee il prossimo 9 settembre contro la Norvegia ad Oslo. L’assemblea elettiva del nuovo numero uno Figc non si terrà prima dell’11 agosto, ecco perché è stato convocato per il 30 giugno un consiglio federale straordinario, durante il quale Giancarlo Abete ratificherà ufficialmente le proprie dimissioni e si cercherà una soluzione provvisoria. Se fosse per Abete, si respingerebbero le dimissioni di Cesare Prandelli, il quale ha ribadito di averle rassegnate in modo irrevocabile. Ulivieri sarebbe quindi il maggior indiziato per guidare l’Italia temporaneamente, in attesa che si insedi il nuovo presidente Figc e lo stesso scelga con calma il nuovo commissario tecnico.

Gran Gala del Calcio AIC 2013

Il maggiore indiziato è Massimiliano Allegri, ex allenatore del Milan attualmente senza una panchina. Per caratteristiche e stipendio accessibile alla Federcalcio, Allegri rappresenta la soluzione ideale, mentre qualche chance ce l’ha anche Alberto Zaccheroni, che ha appena lasciato la panchina del Giappone. Meno probabili Spalletti e Mancini, che chiedono ingaggi faraonici. Da sostituire anche il responsabile delle nazionali giovanili, Arrigo Sacchi: al suo posto potrebbe essere promosso il ct dell’Under 21 Di Biagio, ma si parla anche di Francesco Guidolin.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail