Rassegna stampa 3 luglio 2014: prime pagine di Gazzetta, Corriere e Tuttosport

Ecco come aprono oggi, 3 luglio 2014, i giornali sportivi

La Gazzetta dello Sport propone in apertura della sua edizione odierna un’inchiesta sul calcio italiano dopo il disastro azzurri ai Mondiali. Il titolo scelto, su sfondo nero, è “Cambiare o sparire”. La prima puntata riguarda i talenti perduti nei settori giovanili; Stramaccioni consiglia di introdurre le squadre B. Nella spalla la tentazione Galatasaray per Cesare Prandelli e l’interesse della Juve per Iturbe e Morata. Quindi il no di Nicchi alla moviola in campo per Serie A e Serie B. Nel taglio basso il focus sul Mondiale, a pochi giorni dai quarti di finale: livello alto, competizione equilibrata, hanno superato gli ottavi le vincitrici dei gironi. In chiusura la testimonianza di Escobar, il calciatore che 20 anni fa fu ucciso dopo aver commesso un autogol.


Il Corriere dello Sport
apre con l’attacco di Aurelio De Laurentiis al calcio italiano. Nel taglio alto la sfida Roma-Juve per Nastasic; nella spalla il divorzio Moratti-Inter perché non gradisce la linea Thohir; quindi Balotelli in vendita per 30 milioni di euro e le prime parole di Zeman da allenatore del Cagliari. Centralmente il sì di Prandelli al Galatasaray; nel taglio basso il punto sui Mondiali.

Tuttosport annuncia che un emissario della Juventus si è recato a Manchester per provare a ingaggiare Evra. In apertura anche il colpo Nocerino per il Torino. Centralmente le botte tra Juve e Milan per Iturbe, mentre Sanchez si allontana. Nel taglio basso lo show di Zeman in conferenza stampa (“Astori è in vendita”), Balotelli tra Monaco e Liverpool, Gilardino verso la Cina, Borriello in direzione Genoa.