Milan, Berlusconi rivela: “Avevo ceduto Balotelli ad una squadra inglese”

Silvio Berlusconi, presidente del Milan, ha parlato oggi del destino di Mario Balotelli e Mattia De Sciglio

Silvio Berlusconi torna a parlare di Milan: il patron del club rossonero ha approfittato di un appuntamento politico per dire la sua sulle ultime vicende calcistiche, che coinvolgono principalmente due suoi calciatori Mario Balotelli e Mattia De Sciglio. Parlando di ‘Supermario’, Berlusconi ha utilizzato una battuta per rivelare un dettaglio non da poco:

“Altro che Italia, il Mondiale l’ho perso io – dice l’ex presidente del Consiglio – , perché stavo vendendo Balotelli a una squadra inglese per svariati milioni, ma dopo questo Mondiale chi me lo compra più?”.

Il leader di Forza Italia ha parlato durante l’assemblea dei gruppi parlamentari del suo partito a Montecitorio. Ovviamente, il primo pensiero, vista la location, è stata per i temi caldi della politica, ma da grande appassionato di calcio, Berlusconi non si sottrae mai alle punzecchiature dei giornalisti sul Milan e i suoi più discussi tesserati. Come rivela l’agenzia di stampa Adnkronos, che ha raccolto le indiscrezioni da diversi testimoni presenti oggi a Montecitorio, il Milan aveva praticamente venduto Balotelli per 35 milioni ad una società di Premier League (pare sia proprio l’Arsenal), club che si è però dileguato in seguito all’eliminazione dell’Italia ai Mondiali e alle bizze, solo le ultime, dell’attaccante rossonero.

Ora che si fa? Il club di via Aldo Rossi non avrebbe alcun problema a tenere Balotelli, le cui doti tecniche non sono mai state messe in discussione: certo è che a 24 anni ci sia aspetta da ‘Supermario’ segnali di maturazione, che invece tardano ad arrivare. Mino Raiola sta lavorandoci su e pare lo abbia addirittura offerto alla Juventus tramite un fondo d’investimento. Se ne riparlerà.

Un altro giovane rossonero, invece, è destinato a rimanere a Milano: “De Sciglio resta al Milan”, ha fatto sapere sempre il patron Silvio Berlusconi da Roma. Il terzino, negli ultimi tempi troppo spesso ai box per infortunio, è stato a lungo corteggiato sul mercato, ma vista l’età e le qualità innegabili, farà parte della squadra del futuro. A Filippo Inzaghi il compito di rigenerarlo dopo alcuni mesi tutt’altro che da incorniciare.

I Video di Calcioblog