Arbitri: i nuovi designatori di Serie A, B e Lega Pro

Il numero uno dell’Aia Marcello Nicchi ha scelto Domenico Messina per il ruolo di designatore della Serie A; in B ci va Farina, Rosetti in Lega Pro

Domenico Messina è il nuovo designatore degli arbitri di Serie A. L’ex fischietto della sezione di Bergamo, sostituisce il toscano Stefano Braschi: la scelta, del presidente dell’Aia Marcello Nicchi e del Comitato Nazionale, non è stata affatto semplice. Durante la settimana il nome di Messina era dato tra i candidati più accreditati a ricoprire il ruolo di designatore arbitrale del massimo campionato, ma poi sembrava esserci stata una brusca frenata. Oggi la decisione dopo diverse ore di discussione: nato in Campania, a Cava d’ Tirreni, Messina è stato arbitro della sezione di Bergamo. L’ex direttore di gara ha avuto la meglio rispettivamente su Stefano Farina e Roberto Rosetti.

Il primo, sarà designatore della Can B, prendendo il posto proprio di Messina, mentre Rosetti deve accontentarsi del ruolo di designatore in Lega Pro. L’ex fischietto piemontese paga la sua scelta del 2011, quando decise di accettare il ruolo di numero uno degli arbitri nel massimo campionato russo. Già qualche anno fa Rosetti era ritenuto un predestinato al ruolo di designatore e lo stesso Nicchi è stato tentato fino all’ultimo di accontentarlo. Alla fine, però, ha prevalso la linea che vuole premiare chi effettua la gavetta all’interno del mondo arbitrale e Rosetti ha pagato dunque la sua parentesi in Russia.

Una volta insignito del nuovo ruolo, Messina ha parlato in conferenza stampa della sua promozione dalla Serie B alla A:

“Questa è una barca che veleggia da sola – ha detto – il mio compito è di aggiustare quanto possibile la barra perché proceda sempre nella direzione del vento. Cosa cambierò? È presto per farmi questo tipo di domanda. Sono responsabile della Serie A da circa 3 ore. Ma per prima cosa voglio fare un grandissimo ringraziamento a Braschi che mi ha lasciato un gruppo forte, coeso e fortemente motivato a raggiungere l’obiettivo di far scorrere il campionato in maniera serena”.

In conferenza stampa ha preso la parola anche il presidente dell’aia, Nicchi, che ha evidenziato anche l’importanza del ruolo a cui sono chiamati i designatori di B e Lega Pro:

“Domenico Messina è una persona di grande valore come arbitro e come uomo. È partito con grande impegno alla Lega Pro dove all’epoca era vice di Braschi, poi lo abbiamo affiancato a Rosetti in Can B e pure con lui ha fatto bel un lavoro. Una volta che quest’ultimo è partito per la Russia ha condotto per 3 anni la Can B con puntigliosità, impegno e capacità tecnica. Sono convinto che con la sua classe ed il suo sapere tecnico li porterà ad essere arbitri che ci invidieranno in tutto il mondo”.

Intanto, giunge all’Aia la prima richiesta ufficiale della stagione. Il numero uno della Serie B, Andrea Abodi, ha chiesto l’introduzione della bomboletta spray per delimitare la distanza delle barriere sui calci di punizione: “Abbiamo inviato ieri una richiesta scritta all’Aia per poterla introdurre in Serie B dalla prossima stagione”, ha rivelato oggi Abodi.

I Video di Calcioblog