Tottenham, Adebayor ha la malaria: niente tournée negli USA

Emmanuel Adebayor ha la malaria: l’attaccante del Tottenham non partirà per la tournée negli Stati Uniti e osserverà sette giorni di riposo

Emmanuel Adebayor, attaccante togolese del Tottenham, con un passato anche all’Arsenal e al Manchester City, ha scoperto sabato scorso di avere la malaria. Fortunatamente, si tratta di un contagio “in forma lieve e ancora allo stadio iniziale” ragion per cui basteranno pochi giorni di cure per tornare a disposizione del club londinese. Adebayor lamentava malessere da giorni e quando ha informato lo staff medico del Tottenham dei sintomi che lo stavano facendo soffrire, i medici ne hanno consigliato il ricovero in ospedale per gli accertamenti del caso. Gli esami strumentali hanno avuto come esito la brutta sorpresa con tanto di susseguente prognosi: Adebayor dovrà rimanere a riposo assoluto per sette giorni prima di poter riprendere gli allenamenti.

I primi bollettini medici confermano che il fisico dell’attaccante togolese sta rispondendo perfettamente alle cure e dovrebbe essere dimesso già oggi, per proseguire la terapia presso la propria abitazione. Di sicuro, come conferma il sito ufficiale del Tottenham, il giocatore non sarà a disposizione per le tre amichevoli in programma durante la tournée negli USA. Adebayor non scenderà in campo il 19 luglio contro i Seattle Sounders, il 23 contro il Toronto FC e il 26 contro i Chicago Fire. Un vero peccato per il giocatore, che lo scorso anno ha chiuso bene la stagione sotto la guida di Tim Sherwood: dopo l’inizio negativo con Villas Boas, il togolese si è ripreso chiudendo il campionato con un bottino di 14 realizzazioni.

La tournée negli Stati Uniti, sarebbe servita ad Adebayor per cercare di convincere il nuovo tecnico, Mauricio Pochettino, che da tempo chiede alla società un importante intervento sul mercato per il reparto offensivo. Secondo i tabloid inglesi, questo stop inatteso per l’ex Arsenal, non farà altro che accelerare le trattative di Franco Baldini, che prima però deve cercare di cedere i due “indesiderati” Gylfi Sigurdsson e Michael Dawson. Entrambi, però, hanno fatto sapere al club londinese di non avere alcuna intenzione di andarsene.

I Video di Blogo

Ibrahimovic, spot per la Regione Lombardia: “Non sfidate il virus, usate la mascherina”