Rassegna stampa 22 luglio 2014: prime pagine di Gazzetta, Corriere e Tuttosport

Ecco come aprono oggi, 22 luglio 2014, i giornali sportivi

La Gazzetta dello Sport dedica l’apertura alla candidatura di Demetrio Albertini alla presidenza della Figc, in alternativa a Tavecchio. Nel taglio alto l’infortunio a Morata, appena arrivato alla Juventus: lo spagnolo starà fermo per almeno 30-40 giorni per una lesione al collaterale del ginocchio sinistro. Quindi il punto su Mario Balotelli, tra mercato, incognite e Inzaghi da conquistare. Nel taglio basso la storia della permanenza di Scuffet a Udine, dopo il rifiuto dell’Atletico Madrid. In chiusura il mercato: Inter-Medel ci siamo, Mazzarri più sereno, ma in attesa di un top player.


Il Corriere dello Sport
titola “Morata choc” con riferimento all’infortunio subito dallo spagnolo al ginocchio. Nel taglio alto la conferma di Benatia alla Roma, dopo tante voci di mercato sul suo conto. Nella spalla la candidatura di Albertini al vertice della Figc. Nel taglio basso il primo test stagionale del Napoli: 2-0 e febbre azzurra già altissima. Quindi l’attesa per l’annuncio di Maxi Rodriguez al Real Madrid, in arrivo oggi.

Tuttosport apre con “Morata crac” per l’infortunio rimediato dallo spagnolo dopo uno scontro di gioco con Rubinho in allenamento. Oggi la risonanza magnetica, ma si sospetta stop di 40 giorni. Nel taglio alto la corsa agli abbonamenti in casa Torino, raggiunto il totale dell’anno scorso. Nella spalla le parole di Albertini, mentre l’editoriale si intitola “Il coraggio di Andrea e Demetrio”. Centralmente l’arrivo alla Juventus di Evra (a fine mese, ma è ufficiale) e le richieste di Inzaghi per il Milan: Cerci e Romulo. In chiusura le dichiarazioni di chiarezza di Benatia: “Sì, resto alla Roma”.